Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

Festa della Repubblica, la banda suona in piazza: poi il ritiro della Costituzione

Celebrazioni del 2 Giugno in piazza Municipio e in piazza 2 Giugno. Insieme al sindaco Stefania Signorini erano presenti i rappresentanti di autorità militari, associazioni combattentistiche e d’arma e di volontariato

FALCONARA - La Banda di Castelferretti torna a esibirsi in piazza dopo oltre un anno e mezzo, mentre i rappresentanti del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze partecipano alla cerimonia del 2 Giugno per ricevere una copia della Costituzione, a simboleggiare tutti i neomaggiorenni di Falconara.

Sono i primi segnali di ritorno alla socialità che hanno caratterizzato, questa mattina, la cerimonia per la Festa della Repubblica, celebrata prima in piazza del Municipio, dove il sindaco Stefania Signorini ha deposto una corona davanti alla targa dedicata ai Caduti sul lavoro, poi in piazza 2 Giugno, a Castelferretti, per deporre un’altra corona davanti al monumento alla Libertà. Ad affiancare il sindaco Signorini, il minisindaco Jacopo Ragni, arrivato insieme al consigliere Filippo Bonvini in rappresentanza di tutti i neomaggiorenni che fino al 2019 sono stati protagonisti delle celebrazioni del 2 giugno: proprio in questa data era infatti consuetudine consegnare la Costituzione ai ragazzi e alle ragazze di Falconara che compiono 18 anni. «La presenza dei componenti del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze, in rappresentanza dei neomaggiorenni di Falconara, vuole essere un segnale di speranza – ha detto il sindaco Stefania Signorini nel suo discorso –, un ponte verso il definitivo ritorno alla socialità e ai riti che rappresentano la nostra storia e la nostra cultura». Il sindaco ha auspicato che oggi «si viva una nuova ricostruzione, grazie all’impegno di tutti noi, animati dallo stesso amore e dalla stessa volontà che 75 anni fa animarono i nostri padri e i nostri nonni». Alla cerimonia hanno partecipato anche i rappresentanti delle autorità militari, delle associazioni combattentistiche e d’arma e del volontariato cittadino. Presenti il comandante della Compagnia della Guardia di Finanza Matteo De Gasperis, il comandante della Tenenza dei carabinieri Michele Ognissanti, il comandante della staziomare della Capitaneria di Porto Armando Passeretti e quello della stazione della Polfer Marcello Pierucci, il vicecomandante della polizia locale Mirco Bellagamba, il presidente della Croce Gialla di Falconara Loris Signoracci, il coordinatore del gruppo comunale di Protezione civile Mauro Malatesta, l’assessore Romolo Cipolletti, consiglieri di maggioranza e opposizione, rappresentanti di Anmil, Anfi, Lega Navale, Associazione Arma Aeronautica, 99° Club Frecce Tricolori, Associazione Nazionale Carabinieri di Ancona. La Banda di Castelferretti, per la prima volta dal Concerto di Natale del 2019, è tornata a esibirsi in pubblico al completo: prima in piazza Municipio, poi in piazza 2 Giugno, guidata dal Maestro Manolito Rango e con la partecipazione del presidente Luca Cappanera.

La cerimonia si è conclusa a Castelferretti con il discorso del sindaco, cui è seguito un minuto di silenzio in ricordo delle vittime della pandemia e la consegna della Costituzione al minisindaco Jacopo Ragni e a Filippo Bonvini. Alla cerimonia hanno potuto assistere anche alcuni cittadini, sempre nel rispetto delle regole anti-contagio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Repubblica, la banda suona in piazza: poi il ritiro della Costituzione

AnconaToday è in caricamento