rotate-mobile
Attualità

La Supercoppa di Falconara: «Un regalo alla città, il primo di quattro obiettivi»

La vittoria del CdF nella Supercoppa con il Pescara va considerata uno start. La conferma arriva dal direttore commerciale delle citizens Massimiliano Caimmi

La vittoria per 3-1 nella Supercoppa di futsal femminile per il Città di Falconara ha rappresentato tante cose. In primis la chiusura di una stagione, quella scorsa, in cui nel vero senso della parola è venuto a mancare solo lo Scudetto (vinto proprio dal Pescara, sconfitto mercoledì al Palabadiali) dopo un cammino netto e costellato di record e vittorie. Il trofeo va letto, inoltre, come un punto di partenza verso il futuro e la conferma arriva direttamente dal direttore commerciale del CdF Massimiliano Caimmi, uno che lo sport falconarese lo conosce molto bene:

«Viviamo un mix di entusiasmo, soddisfazione e orgoglio per aver portato questa coppa nelle Marche. Un trofeo fortemente voluto. Diciamo che è un regalo che il nostro presidente Marco Bramucci e tutta la dirigenza, me compreso, ha voluto fare alla nostra città e a tutte le forze che ci sostengono. Come va letta? Da una parte come il continuo di un progetto ambizioso avviato lo scorso anno, dall’altra come il primo dei quattro obiettivi stagionali che ci siamo prefissati. Con il tempo sta aumentando anche la nostra consapevolezza. La squadra sa di essere forte».

Sulle emozioni vissute al Palabadiali mercoledì, in conclusione: «E’ sempre meraviglioso vedere il palas vivo con famiglie intere e bambini che incitano le nostre ragazze dal primo all’ultimo minuto. Quando, dopo trent’anni, si è alzato il coro “Falconara alè” nato nell’età dell’oro della Pallavolo Falconara mi sono venuti i brividi…».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Supercoppa di Falconara: «Un regalo alla città, il primo di quattro obiettivi»

AnconaToday è in caricamento