rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità

La casa viene acquistata all'asta, mamma e figli piccoli stanno per essere sfrattati: il grido di aiuto

Dopo aver cercato varie soluzioni ed essersi rivolta ai Servizi Sociali del Comune di Ancona, la donna, 30 anni, ha deciso di raccontare ad AnconaToday la sua storia

ANCONA- «Aiutatemi a trovare una sistemazione per i miei figli!». È il grido di aiuto di una giovane mamma che il prossimo 5 aprile sarà sfrattata in quanto l’abitazione in cui vive è stata acquistata all’asta. La donna, 30 anni, ha quattro bambini piccoli ed ha deciso di raccontare ad AnconaToday la sua storia. «La casa è andata all’asta non perché io e il mio ex compagno ci siamo rifiutati di pagare il mutuo, ma perché quando la nostra banca ha fallito ha ceduto il credito ad un recupero crediti e da allora non abbiamo più saputo chi avesse i documenti relativi al mutuo. Ci dicevano che non esisteva credito. Siamo stati contattati da un istituto di recupero crediti dopo anni, a febbraio 2021, poco prima dell’udienza per decidere se mandare la casa all’asta. Noi abbiamo fatto il possibile, abbiamo cercato soluzioni e fatto proposte per provare a rateizzare la restante parte di mutuo ma ce le hanno rifiutate».

Ad agosto 2022, alla terza asta, l’appartamento è stato acquistato. «Tramite il custode giudiziario abbiamo provato a chiedere al nuovo proprietario di affittarci la casa, ma ha respinto la proposta- racconta la giovane mamma-. Ci siamo affidati anche ad agenzie immobiliari per cercare appartamenti in affitto ma è difficile trovare qualcosa, i prezzi sono molto alti e servono referenze».

La trentenne si è rivolta anche ai Servizi Sociali del Comune di Ancona. «Al primo colloquio è stato contattato il custode giudiziario e siamo riusciti ad ottenere una proroga di trenta giorni per lo sfratto. Inizialmente i Servizi Sociali mi avevano detto che ci avrebbero trovato una sistemazione temporanea per l’emergenza, poi invece, negli incontri successivi, mi hanno detto di attendere- riferisce-. Nel mentre mi hanno proposto soluzioni infattibili. Possibile che non sia disponibile nemmeno un appoggio momentaneo? Con quattro bambini piccoli mi sarei aspettata un aiuto diverso».

La trentenne ha iniziato a lavorare da poco e sta per prendere la patente. «Mi sto dando da fare e sono certa che quando avrò un lavoro fisso e a tempo indeterminato le cose si sistemeranno, ma adesso abbiamo bisogno di aiuto. Il tempo stringe, il 5 aprile verrà un fabbro a cambiare le serrature. Va bene qualsiasi sistemazione purché sappiamo dove andare e dove mettere le nostre cose» conclude la giovane mamma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La casa viene acquistata all'asta, mamma e figli piccoli stanno per essere sfrattati: il grido di aiuto

AnconaToday è in caricamento