rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Attualità

Imbarcazioni e moto d’acqua prendono d’assalto la costa: aumentano le sanzioni

Nei report si registrano sanzioni soprattutto per il mancato rispetto della distanza dalla costa. Ancona molto attenzionata

ANCONA- Portonovo, e non solo, presa da assalto da imbarcazioni, moto d’acqua e qualsiasi altro mezzo. Il caldo e il sole che si sono abbattuti in questo inizio estate hanno fatto accrescere anche il livello d’attenzione per il pattugliamento delle spiagge.

In questo senso per la Capitaneria di Porto cresce la necessità di sorveglianza e di controllo territoriale e, di conseguenza, crescono anche multe e sanzioni per il mancato rispetto delle regole. Le zone attenzionate, neanche a dirlo, Senigallia, Ancona, Numana, Sirolo fino a Civitanova. Per quel che concerne il litorale anconetano fari su Portonovo ma anche su Mezzavalle.

Le infrazioni più frequenti, secondo i primi report della Capitaneria e della Guardia Costiera stilati nel mese di giugno-inizio luglio, riguardano lo stazionamento delle imbarcazioni al di sotto dei 300 metri dalla costa. Altre sono legate al transito a motore acceso sulla linea di bagnanti. A terra, o meglio, in spiaggia, molto sanzionato il trascorrere la notte in tenda mentre, più rara, l’accensione dei fuochi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imbarcazioni e moto d’acqua prendono d’assalto la costa: aumentano le sanzioni

AnconaToday è in caricamento