rotate-mobile
Attualità Centro storico / Via della Loggia

Via della Loggia, CNA: «Comune accolga le richieste delle associazioni»

CNA Ancona ha inviato osservazioni all’amministrazione comunale, in particolare sulla cartellonistica «Solo in parte accolte»

Una tabella di marcia concordata con l’amministrazione comunale che ha aperto un dialogo per cercare di migliorare, ove possibile, la difficile situazione che stanno vivendo le attività economiche di via della Loggia e Lungomare Vanvitelli. Un percorso che prevedeva la presentazione di osservazioni raccolte durante gli incontri con i commercianti (in parte già inviate agli assessori competenti) e fissare un incontro a metà novembre per aggiornare lo stato dei lavori e verificare se continuare senza interrompere il cantiere fino alla fine oppure stoppare i lavori per il periodo natalizio e riprenderli alla fine delle festività. Sul fronte delle richieste la CNA di Ancona ha inviato osservazioni all’amministrazione comunale, in particolare sulla cartellonistica, solo in parte accolte (aumento della segnaletica stradale per individuare il corretto percorso per i clienti delle attività del lungomare Vanvitelli, migliorare le diciture sui divieti, etc.). Il nostro auspicio è che l’amministrazione accolga tutte le richieste provenienti su questo fronte. 

Per quanto concerne invece i lavori, la CNA di Ancona e le attività della zona interessata stanno attendendo la convocazione da parte dell’amministrazione comunale (come ricordato dall’assessore Sediari). Su questo punto gli associati CNA ritengono necessario attendere l’informativa sullo stato dei lavori per poi decidere se proseguire fino alla fine oppure interromperli per le festività di Natale. Nel caso in cui i lavori non dovessero terminare per i primi di dicembre, gli associati CNA sono orientati verso la continuazione dei lavori, senza interruzioni, per permettere al più presto possibile il ripristino della viabilità.

Infine la CNA di Ancona invierà all’amministrazione comunale un secondo documento di richieste che riguarderà tutte le attività che sono state coinvolte dai lavori pubblici. Dopo i primi mesi di Covid, infatti, sono stati molti i cantieri partiti che hanno riguardato alcune attività commerciali (non solo via della Loggia). La proposta della CNA di Ancona è quella di valutare una riduzione Tari per il prossimo anno che tenga conto di alcuni criteri quali le diminuzioni di fatturati, l’impatto Covid e quello dei lavori pubblici. «In primo luogo vogliamo chiarire che i lavori devono essere fatti, perché necessari a rendere la nostra città accogliente ed attrattiva.  – commentano Raffaele Giorgetti e Andrea Cantori, presidente e segretario della CNA di Ancona – E’ evidente però che ci sono stati dei problemi che hanno inciso sulla tempistica e quindi sulle attività economiche. Con un po’ di ritardo è stato aperto un canale di comunicazione con l’amministrazione che è fondamentale per gestire queste situazioni straordinarie che portano disagi e soprattutto in alcuni casi perdite di fatturato. Ora auspichiamo che le nostre richieste sulla cartellonistica e soprattutto la richiesta di agevolazioni per tutte le attività in difficoltà vengano accolte – concludono Giorgetti e Cantori – Attendiamo quindi come concordato la convocazione degli assessori Sediari e Manarini. La CNA ci sarà con le sue proposte come ha sempre fatto».  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via della Loggia, CNA: «Comune accolga le richieste delle associazioni»

AnconaToday è in caricamento