rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Attualità

Il “campetto roscio” del Q2, una poesia per traghettarlo nel futuro

Un post sui social ha rievocato un passato ancora vivo per tutta la città

ANCONA- E’ bastato un post sui social. Una vecchia poesia, una foto di quello che ancora oggi rappresenta una pietra miliare per le tante generazioni di anconetani che vi sono transitate. Il “campetto rosso” del Q2 (o “roscio”, riprendendo il dialetto) è ancora vivo e presente nel cuore di tutti. Tra i ragazzi, ormai adulti e con figli, del quartiere ma anche di tutta la città. Perché a sfidarsi in quel rettangolo di gioco ci si arrivava dagli Archi, dalle Tavernelle, dal centro storico e anche dalle frazioni. Su quel campo si vinceva e si perdeva, si litigava e ci si abbracciava e soprattutto si diventava grandi.

Ha una storia particolare quel luogo. Qualche anno fa, nel 2017, fu effettuato un sopralluogo da parte dell’allora consigliere Diego Urbisaglia, dell’assessore allo sport Andrea Guidotti e degli agronomi del Comune. In quel caso fu riscontrato un ammaloramento del fondo a causa delle radici sottostanti di alcuni alberi. Il problema radici, tuttavia, fu eliminato dopo qualche tempo visto che gli stessi alberi malati furono rimossi. L’impianto, nel suo complesso considerati anche spogliatoi ed uffici, è in gestione all’Uisp. Se la manifestazione d’interesse di questi ultimi resta in essere il bando per la costruzione e gestione dovrebbe essere pronto entro giugno. In questo senso la Uisp, o chi si aggiudicherà il bando, potrebbe anche beneficiare dei contributi previsti dal Comune e da altri enti.

Quanto chiede la cittadinanza, attraverso i suoi rappresentanti ma anche spontaneamente, è che venga garantito uno spazio di fruizione pubblica per i ragazzi del quartiere. Una sorta di tutela che gli permetta di andare a giocare nel campetto riportandolo ad essere il punto di riferimento che è sempre stato. Specifiche fasce orarie che non compromettano la politica del gestore ma che, anzi, possano ancor di più valorizzare un impianto che nel passato ha scritto la storia cittadina attraverso lo sport e i giovani.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il “campetto roscio” del Q2, una poesia per traghettarlo nel futuro

AnconaToday è in caricamento