rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità

Rebus affitto e bollette al doppio: il caffè Roma adesso rischia la chiusura

A lanciare l’allarme sono stati i titolari Antonio Avello e Francesca Grieco. Il nodo riguarda la locazione della struttura

ANCONA- Una risposta definitiva si avrà entro settembre, ma il destino del caffè Roma è ancora tutto da scrivere. L'ipotesi delle saracinesche abbassate già in autunno è realistica, seppur non ancora certa per il locale di piazza Roma. La questione principale, spiegano i titolari Antonio Avello e Francesca Grieco, riguarda la locazione di una parte della struttura: «Una delle quattro unità immobiliari che compongono il bar dovrebbe essere venduta. La proprietà ha fatto una richiesta che per noi è esosa-speiga Francesca- quindi abbiamo rinunciato a comprare, anche se ad ora non risulta stipulato alcun contratto di vendita. Se fossimo costretti a lasciare la parte di locale, a quel punto lasceremmo tutto. Si tratterebbe di affrontare altre spese per ridimensionare e non vale la pena. Rimettersi in gioco dopo aver speso già tanto per questo bar, non conviene. Poi, insomma, abbiamo anche un'età».

Sulle bollette: «E' stata una mazzata per tutti, abbiamo avuto bollette della luce da 1.400 e 1.500 euro. Il doppio rispetto agli altri anni-spiega Antonio- è difficile andare avanti in queste condizioni, uno ci spera sempre. Anche i prezzi, se Confartigianato non fa un listino unico, con i prezzi uguali per tutti, è un problema. Così non se ne esce. Lavori per vivere, quel minimo di guadagno che hai viene tutto assorbito e non vale il sacrificio che si fa».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rebus affitto e bollette al doppio: il caffè Roma adesso rischia la chiusura

AnconaToday è in caricamento