rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Attualità

“Amiamo la vita”: le brochure di polizia e Confartigianato in classe

Una brochure per aiutare il contrasto di alcune situazioni di pericolo, richiamando quindi all’uso corretto degli strumenti digitali

ANCONA -  La Polizia di Stato, con la collaborazione della Confartigianato e dell? Ufficio Scolastico Regionale, ha lanciato una brochure per aiutare il contrasto di alcune situazioni di pericolo, richiamando quindi all?uso corretto degli strumenti digitali. Le stampe, di cui sono già state prodotte le prime 10.000 copie, verranno distribuite a tappeto negli Istituti Comprensivi di Ancona e provincia, presso gli altri luoghi di aggregazione giovanili, come parrocchie, oratori, sedi scout.

Il Questore di Ancona, Cesare Capocasa: «Bullismo, cyberbullismo, assunzione di stupefacenti ed alcool sono problemi sociali e culturali, vere e proprie emergenze civili, che richiedono una risposta di ? Sistema?, un grande patto tra scuola, genitori, studenti, forze dell?ordine, magistratura e media. Un?azione congiunta capace non solo di reprimere, ma soprattutto di prevenire. Una campagna educativa che arrivi al cuore ed alla mente dei giovani. L?attenzione verso i ragazzi, la fiducia conquistata attraverso un dialogo continuo per una crescita insieme, non solo rendono tutti meno esposti al rischio, ma permettono di costruire ogni giorno un percorso condiviso di legalità». 

Il Segretario Operativo Ufficio Scolastico Regionale, Massimo Iavarone «L?Ufficio Scolastico Regionale ha aderito all?invito del Questore di Ancona di realizzare la brouchure ? Amiamo La Vita? per sensibilizzare gli studenti della Provincia di Ancona alle tematiche in oggetto. Le scuole hanno già al loro interno un referente per la prevenzione ed il contrasto al Cyberbullismo così come previsto dalla legge n.71 del 2017».

Marco Pierpaoli, Segretario Generale Confartigianato Imprese Ancona ? Pesaro e Urbino: «Questo progetto nasce in stretta sinergia con la Questura, abbiamo cercato di trovare il modo migliore per comunicare con i ragazzi. La nostra Associazione rappresenta anche 30 mila persone e con progetti come quello che presentiamo oggi, vogliamo dare un segnale di vicinanza alla comunità. È necessario, però, restituire alla Questura dorica un ruolo centrale. L?impegno profuso quotidianamente dalle forze dell?ordine è sotto gli occhi di tutti e il fatto che il personale, nonostante la riduzione significativa di agenti, vada anche nelle scuole per incontrare i ragazzi, dimostra quanto abbia a cuore la città. Bisogna fare tutto quanto è possibile per contrastare gli effetti di un declassamento in terza fascia che è tanto più ingiustificato perché parliamo del capoluogo di Regione». 

Paolo Longhi, Presidente del Comitato territoriale di Ancona di Confartigianato: «La prevenzione è un tema centrale per la nostra Associazione e importantissima è la collaborazione con la Questura con cui abbiamo già portato avanti un progetto contro le truffe agli anziani. Oltre le imprese rappresentiamo le persone e progetti come questo sono in linea con il nostro impegno negli istituti scolastici per la formazione professionale dei più giovani».

Le brochure, di cui sono già state stampate le prime 10.000 copie, verranno distribuite a tappeto negli Istituti Comprensivi di Ancona e Provincia, presso gli altri luoghi di aggregazione giovanili, come Parrocchie, Oratori, Sedi Scout ecc.

La massiccia opera di sensibilizzazione si avvarrà della Polizia di Stato, come iniziativa di prossimità ed iniziativa di educazione alla legalità, attraverso la Questura e i Commissariati P.S. distaccati sul territorio.  
 
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Amiamo la vita”: le brochure di polizia e Confartigianato in classe

AnconaToday è in caricamento