rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Attualità

Borse lavoro, la "ricetta" marchigiana per contrastare la disoccupazione (con risorse europee)

Aguzzi: “Le azioni contenute nel bando rappresentano un’operazione di importanza strategica programmata nel PR FSE+ 2021-2027”. Incentivi ai datori di lavoro per le assunzioni dei partecipanti alle borse lavoro

ANCONA - “E’ un’azione di importanza strategica”. Così l’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione professionale, Stefano Aguzzi, ha definito il bando regionale da poco pubblicato per l’attivazione di Borse lavoro che dispone di risorse del Piano regionale Marche FSE + 2021/27.  L’Avviso pubblico, promosso dalla Regione Marche, è pluriennale e agirà nelle tre annualità 2023-2024-2025, mentre l’ammontare complessivo delle risorse destinate all’intervento sono pari a 13.400.000,00 euro.

Delle opportunità previste dalle Borse lavoro se ne è parlato oggi in Regione nel corso di una conferenza stampa: “La Regione Marche – ha detto Aguzzi - programmando questo intervento, si è impegnata  a trovare strumenti per  mantenere vivo e competitivo il mercato del lavoro locale e al tempo stesso ad esercitare, attraverso l’azione dei Centri per l’Impiego, un ruolo determinante e significativo nell’attività diretta a supportare i disoccupati e a far fronte al disallineamento fra la domanda/ offerta di lavoro”.

Per completare e potenziare l’intervento di assegnazione di Borse lavoro, si prevede in particolare, l’attivazione di una misura finanziata con risorse del POC (Programma Operativo Complementare al PR Marche FSE + 2021/2027) finalizzata alla concessione di aiuti a favore dei datori di lavoro che assumono soggetti che hanno partecipato e svolto una borsa lavoro: “Previsto – ha spiegato Aguzzi – un contributo di 5 mila euro  per le assunzione a tempo determinato per almeno un anno e di 10 mila euro per le assunzioni a tempo indeterminato”.  Le Borse Lavoro che verranno assegnate sono rivolte a disoccupati, con un’età compresa tra 18 e 65 anni, iscritti e presi in carico dai Centri per l’Impiego, residenti nelle Marche, che hanno assolto all’obbligo formativo, a rischio di inattività e disoccupazione di lunga durata, non percettori di ammortizzatori quali Naspi e Dis-coll.

La Borsa lavoro si realizza attraverso lo svolgimento da parte del disoccupato di un progetto formativo della durata di otto mesi, presso un’impresa o datore di lavoro privato che opera nel territorio marchigiano, Il destinatario assegnatario della borsa lavoro maturerà il diritto a percepire una indennità mensile di 800 euro nei limiti di un importo complessivo erogabile non superiore a 6.400 euro per ciascun soggetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse lavoro, la "ricetta" marchigiana per contrastare la disoccupazione (con risorse europee)

AnconaToday è in caricamento