Attualità Tavernelle / Via A. Manzoni, 23

Pasticceria Franco si reinventa e lancia Viaggi di gusto: un tour per le "dolcezze italiane"

Barbara Maggi e sua sorella hanno trovato il modo di far provare l'esperienza di viaggio ai loro clienti tramite i dolci. Si parte dallo strudel

E' nella crisi che sorge l'inventiva. Questa frase di Albert Einstein sembra fatta apposta per Barbara Maggi che insieme alla sorella, alla mamma e al figlio gestiscono la Pasticceria Franco, locale storico che dal 1972 appaga i palati degli anconetani con leccornie di ogni genere. A causa dello stop forzato per le chiusure imposte dal Dpcm, Barbara e sua sorella (la pasticcera) hanno iniziato a fantasticare sui viaggi che avrebbero voluto fare e sulle prelibatezze locali che avrebbero voluto gustare. Così, un po' per gioco, è nato il loro progetto Viaggi di gusto. «Da quasi un anno non possiamo viaggiare - spiega Barbara - e neppure andare in vacanza. Così abbiamo pensato di proporre ai nostri clienti ogni settimana un dolce tipico regionale fatto da una realtà artigianale del posto. Inizieremo con lo strudel di mele, dolce tipico della tradizione sudtirolese realizzato con una pasta arrotolata ripiena di mele, uvetta, pinoli e cannella». Il gustoso viaggio in giro per l'Italia inizia dal Trentino e prosegue fino al sud e alle isole con la cassata siciliana. «L'iniziativa - prosegue la Maggi - prende il via venerdì 19 febbraio nei nostri punti vendita e le prenotazioni per lo strudel del Trentino partono da sabato 6 febbraio. I dolci sono acquistabili per sette giorni, è sempre meglio fare prima l'ordinazione e possiamo spedire in tutta Italia, con i relativi tempi di consegna che fuori Regione sono un po' più lunghi».

L'obiettivo di questa imprenditrice è quello di coccolare il più possibile le persone che entrano in pasticceria e si percepisce la sua voglia di ripartire nonostante tutto. «Abbiamo passato mesi molto duri - prosegue -  la situazione è disastrosa, ma non ci siamo arresi, volevamo reinventarci. Durante il lockdown abbiamo sfogato la fantasia, lanciato il nostro shop online e abbiamo inaugurato il "sistema colazione", cioè la consegna ai clienti delle brioche cotte e abbattute a meno quaranta gradi. Sono prodotti congelati ma bastano pochi minuti al forno e questi croissant tornano come appena sfornati. Per alcune persone è stato emozionante vedersi recapitare a casa i cornetti, alcuni si sono commossi. C'è un aspetto psicologico che in tutta questa situazione di emergenza che non consideriamo ma che invece meriterebbe molta attenzione. Se con i nostri dolci possiamo risollevare il morale di anche uno solo dei nostri clienti noi siamo soddisfatti». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasticceria Franco si reinventa e lancia Viaggi di gusto: un tour per le "dolcezze italiane"

AnconaToday è in caricamento