Attualità

La “Banchina” si presenta: il nuovo locale di Michela Rossi ai nastri di partenza

Dal 2 giugno al 30 agosto spazio a cibo, sport, eventi, musica e intrattenimento all’interno del porto di Ancona. Il vernissage, alla presenza del sindaco Mancinelli, si è tenuto al Seeport

foto di gruppo dei partecipanti alla presentazione

L’estate in arrivo e con essa le prime novità che interesseranno Ancona e le sue serate. Si è tenuta questa mattina, 21 maggio, la presentazione ufficiale della “Banchina”, il nuovo locale ideato e diretto dalla giovane imprenditrice dorica Michela Rossi all’interno del Porto Antico. Dal 2 giugno al 30 agosto dalle 18 alle 24 coprifuoco permettendo (salvo alcune eccezioni sull’orario in vista di particolari eventi), nei pressi dell’Arco di Traiano sono pronti 5.469mq di divertimento per tutti gli anconetani e non solo. Sport, cibo, musica, intrattenimento tutto esclusivamente gratuito nella stagione – si spera – della ripartenza definitiva dal Coronavirus. Al vernissage che si è tenuto sulla terrazza del Seeport di Ancona, uno dei partner riconosciuti, erano presenti diverse autorità ma era presente soprattutto il campione mondiale di vela Alberto Rossi, padre di Michela.

«Dico brava a Michela perché, personalmente, è un grande piacere essere qui – ha spiegato il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli – Ogni attività che parte amplia e riqualifica la città, buon vento. In questo caso cade a pennello». Soddisfatto anche il presidente dell’Autorità di sistema portuale Rodolfo Giampieri che, a fine giugno, terminerà il suo mandato: «Due erano gli obiettivi che ci eravamo posti insieme all’amministrazione comunale: il lavoro e il recupero del rapporto porto-città. Con l’apertura di “Banchina” recuperiamo uno spazio fantastico, valorizziamo un progetto serio ed esaltiamo il coraggio di Michela. Quando si liberano queste energie positive è sempre bello».

Presenti al Seeport anche gli assessori al porto, alla cultura e allo sport Ida Simonella, Paolo Marasca e Andrea Guidotti che hanno fatto i complimenti alla Rossi promettendo impegno e vicinanza per i tre mesi d’apertura che caratterizzeranno le serate estive del capoluogo. Emozionata, ma allo stesso tempo determinata, la “padrona di casa”:  

«Sono state tre le fasi vissute, l’infatuazione, innamoramento e poi la realtà per questo progetto - ha concluso la Rossi - “Banchina” può diventare catalizzatore per la regione e non solo e per questo voglio ringraziare chiunque abbia reso possibile questa giornata e quello che sarà. Tempo fa ho visto un fil chiamato “Il ragazzo che catturò il vento” dove si parlava di credere nei propri sogni. Io spero di percorrere lo stesso cammino e di dire un giorno “ce l’ho fatta”».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La “Banchina” si presenta: il nuovo locale di Michela Rossi ai nastri di partenza

AnconaToday è in caricamento