rotate-mobile
Attualità

Chiudono filiali di banche, per CNA è emergenza: «Rischio desertificazione, istituzioni lo scongiurino»

La notizia della prossima chiusura di diverse filiali bancarie nei Comuni di Cerreto D'Esi, Genga, Serra San Quirico e Staffolo ha "scosso" le comunità delle piccole aree interne e con esse le istituzioni che le rappresentano

La notizia della prossima chiusura di diverse filiali bancarie nei Comuni di Cerreto D'Esi, Genga, Serra San Quirico e Staffolo ha "scosso" le comunità delle piccole aree interne e con esse le istituzioni che le rappresentano, sottolineando il considerevole peso specifico non solo economico, ma anche sociale, insito nel poter disporre di punti di riferimento fisici a servizio di chi abita in questi borghi dell'entroterra. Sull'argomento interviene anche la CNA con il Rappresentante sindacale dell'Area Montana Marco Silvi: "facciamo nostre le dichiarazioni uscite in settimana da parte di David Grillini, Sindaco di Cerreto D'Esi, il quale ha giustamente rimarcato con forza come ulteriori tagli nelle basilari strutture di servizio all'interno delle comunità delle nostre aree interne vadano inevitabilmente ad incidere negativamente sull'attrattività stessa di questi territori sotto diversi punti di vista, cito quello sociale, economico e turistico. Come associazione datoriale fortemente rappresentativa del territorio, ribadiamo a gran voce l'importanza di non disperdere la fondamentali progettualità di quegli imprenditori che in queste zone, complici anche sviluppi infrastrutturali a breve e medio termine e bandi regionali rivolti alla valorizzazione di queste aree, hanno già deciso o decideranno di investire. Convinti che l'evoluzione digitale di tanti aspetti del mondo del lavoro, sicuramente utile e sempre più spesso necessaria nelle dinamiche economiche attuali, non possa però andare a discapito della sostenibilità delle preziosissime comunità che rendono vivi i nostri splendidi borghi, ci appelliamo agli enti istituzionali affinchè Regione, Comuni, associazioni e aziende possano lavorare in sinergia verso un'unica direzione, quella dello sviluppo reale, concreto e necessario delle aree interne." 

L'appello di Silvi viene immediatamente raccolto da Chiara Biondi, Assessore alla Cultura della Regione Marche: "la nostra Giunta è stata sin dall'inizio impegnata nella valorizzazione delle aree interne, abbiamo varato una legge per la valorizzazione dei Borghi. Naturalmente i servizi sono basilari nel poter contrastare lo spopolamento e invertire la tendenza, questo riguarda naturalmente anche le filiali bancarie che svolgono un ruolo centrale nelle comunità."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiudono filiali di banche, per CNA è emergenza: «Rischio desertificazione, istituzioni lo scongiurino»

AnconaToday è in caricamento