L’aggressività nei bambini, come riconoscerla e gestirla: il nuovo libro di Pistoni

Preparatore atletico, tra gli altri, anche della paralimpica Assunta Legnante, Massimo Pistoni ha dato alle stampe il suo terzo libro

Massimo Pistoni con Assunta Legnante

Tra pochi giorni sarà possibile prenotare in moltissime librerie nazionali il terzo libro di Massimo Pistoni dal titolo "Bambini nel cerchio, riconoscere e gestire l’aggressività giovanile in ambito sportivo”. Pistoni è un chiaravallese doc, già conosciuto al pubblico per avere vinto con l’atleta non vedente Assunta Legnante le ultime paralimpiadi del 2016 a Rio De Janeiro nella gara del getto del peso e per questo premiato dal Coni con la Palma di bronzo al merito sportivo. Chinesiologo, psicomotricista ed esperto in materie riguardanti le diversità, i bes e dsa, Pistoni continua a pubblicare testi riguardanti lo sviluppo psicofisico dei fanciulli. Questa volta, con estrema puntualità, evidenzia come lo sport può servire da canale dissipante delle problematiche comportamentali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Identificare i deficit del comportamento in età giovanile è possibile e l’educazione motoria può regolare - si legge nella presentazione - dissipare e riabilitare le sofferenze comportamentali. Il testo sviluppa tali tematiche considerando l’ottica della pedagogia sportiva: parte da un’analisi sociologica che evidenzia i disagi in ambito ambientale e dalle interpretazioni eziologiche di ordine neurologico che la scienza riconosce come possibili cause di una deviata condotta. Spiega come individuare i segnali premonitori, come gestire i soggetti irruenti e descrive le modalità da adottare e i protocolli da applicare per controllare il fenomeno dell’aggressività. Evidenzia il ruolo degli educatori e individua le strategie “riparatrici” dell’espressione caratteriale, ponendo attenzione allo sviluppo psico-fisico, quale canale di interazione sociale e programma di crescita morale ed intellettiva. Un libro che concepisce lo sport come strumento utile a soddisfare le richieste di aiuto provenienti da un mondo spesso incompreso e indifeso. L’elaborato è indicato ai professionisti del settore, docenti, operatori sportivi ed extrascolastici, genitori premurosi. La delicatezza delle tematiche è indubbiamente palese ed è facile intuire quanta passione, studio, lavoro e sensibilità possano trasparire durante la lettura. Per tutti gli interessati il libro è disponibile dagli inizi del mese di aprile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

  • «Vi faccio ammazzare dalla mafia», si presenta sotto casa di ex e figlia con la mazza

  • Variante sulla Statale 16, il Comune non molla e rilancia: 2 autovelox

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento