rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità

Il Rinaldini ospita la legalità, in cattedra Giovanni Ricci nel ricordo degli anni di piombo

Il figlio di Domenico Ricci, membro ucciso della scorta di Aldo Moro, è stato l’ospite dell’assemblea per le quinte

Il Liceo Classico Rinaldini di Ancona a scuola di legalità. L’istituto guidato dalla dirigente scolastica Angelica Baione, nell’ambito del progetto “Legalità ieri, oggi e domani”, ha ospitato nell’auditorium dell’istituto Giovanni Ricci, figlio di Domenico Ricci assassinato dalle Brigate Rosse mentre esercitava la sua professione facendo parte della scorta dell’allora presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro. Insieme a Ricci, nell’attentato di via Fani nel 1978, persero la vita anche altri quattro uomini della scorta e cioè Oreste Leonardi, Giulio Rivera, Francesco Zizzi, Raffaele Iozzino.

  Assemblea Rinaldini auditoriu,-2

Davanti agli studenti delle classi 5F, 5L, 5G e 5H è stata l’occasione per discutere e dibattere sugli anni di piombo, sulle contrapposizioni ideologiche, sul ruolo dell’informazione, sull’importanza di credere nelle istituzioni e altre tematiche connesse. Non sono mancati i parallelismi sull’attualità, così come gli aneddoti di vita vissuta che hanno conquistato gli alunni.  Con lui il Tenente colonnello Silvano Melasecca capo ufficio operazioni del comando provinciale della Guardia di Finanza di Ancona e Natalino Vivenzio comandante provinciale interinale dei Carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rinaldini ospita la legalità, in cattedra Giovanni Ricci nel ricordo degli anni di piombo

AnconaToday è in caricamento