Attualità

Area marina protetta, bocciata la richiesta di referendum: «Decisione grave e anti democratica»

A comunicarlo è Francesco Rubini di Altra Idea di Città. La commissione ha dato parere negativo sulla possibilità di fare il referendum

Francesco Rubini, AiC

«Dopo mesi di rinvii e perdite di tempo, la commissione referendaria ha espresso il proprio parere negativo rispetto all’ammissibilità del quesito referendario sull’area Marina protetta presentato nella primavera scorsa dal comitato promotore». A renderlo noto con una nota stampa è Francesco Rubini e i capigruppo di Altra Idea di Città. 

Prosegue il comunicato: «Un parere che, sotto una mole di arzigogolati ragionamento giuridici, non fa altro che confermare quello che purtroppo preannunciavamo da tempo: la maggioranza di centrosinistra che governa questa città non solo non vuole l’area Marina protetta, ma non vuole neanche che ad esprimersi siano i cittadini. I commissari Berardinelli, Sanna e Freddara, dunque, hanno deciso, dopo mesi di riunioni (quando il regolamento imponeva una risposta in 15 giorni) che il referendum non si deve fare. Una decisione grave e anti democratica che palesa ancora una volta la miopia politica di chi non è neanche capace di cogliere le occasioni di partecipazione democratica provenienti dalla cittadinanza e dal territorio Ora la palla passa al Consiglio che dovrà anch’esso esprimersi sull’ammissibilità del quesito; ci auguriamo che dall’aula possa arrivare un sussulto di dignità e coraggio, ma, se così non sarà, come è facile prevedere di fronte ad una maggioranza blindata e priva di qualsiasi spirito critico, occorrerà mobilitare quante più forze possibili per far cambiare idea a chi intendere continuare ad affossare questa città».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area marina protetta, bocciata la richiesta di referendum: «Decisione grave e anti democratica»

AnconaToday è in caricamento