rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Ancona e provincia in zona rossa, cosa cambia dal 3 marzo? Tutte le misure

La provincia di Ancona entra in zona rossa. Queste nel dettaglio tutte le misure restrittive previste da domani, mercoledì 3 marzo 2021

L'avanzare della pandemia, gli ospedali ormai al collasso e la variante inglese nelle scuole hanno spinto il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli a blindare la provincia dorica. Dalle ore 8 di mercoledì 3 e fino alle 24 di venerdì 5 marzo, l'intero territorio provinciale entra in zona rossa. Visto il susseguirsi di ordinanze, soprattutto nelle ultime settimane, il rischio di rimaner confusi c'è. Ecco quindi nel dettaglio tutte le misure restrittive in vigore dalle prossime ore.

Spostamenti

Nella zona rossa ci si può muovere dalle 5 alle 22 soltanto per comprovate esigenze (salute, lavoro, urgenza). E' vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati all'interno del territorio, ma chi deve accompagnare i figli a scuola può farlo. Anche in zona rossa sarà possibile andare a casa di amici e parenti in massimo due persone (esclusi disabili e minori di 14 anni) ma solo all'interno del territorio comunale. Ancora valido il divieto di spostamento tra Regioni anche di diverso colore, tranne per comprovate esigenze. E' sempre consentito il rientro alla propria residenza, abitazione o domicilio tranne che per le seconde case fuori dalla Regione o Provincia autonoma. L'autocertificazione deve essere sempre mostrata o compilata al momento del controllo. Dai comuni fino a 5.000 abitanti, consentite le visite anche entro i 30 chilometri dai confini, con divieto di andare nei capoluoghi di Provincia.

Bar e ristoranti

Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L'asporto è consentito fino alle ore 18 nei bar e fino alle 22 nei ristoranti. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

Commercio

Chiusura dei negozi, fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità. Restano aperte edicole, tabaccherie, farmacie, parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Chiusi invece i centri estetici.

Scuola

Dad nel 100% delle scuole superiori e in 2° e 3° media di Ancona e Macerata, al netto dei provvedimenti comunali. Già nella giornata di ieri e nel tardo pomeriggio di oggi, i sindaci di Ancona e Jesi hanno disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado. 

Sport

Sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP. Sospese le attività nei centri sportivi. RImane consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all'aperto in forma individuale.

Mostre e musei

Sono chiusi musei e mostre; chiusi anche teatri, cinema, palestre, attività di sale giochi, sale scommesse, bingo, anche nei bar e nelle tabaccherie. Per i mezzi di trasporto pubblico è contentito il riempimento solo fino al 50%, fatta eccezione per i mezzi di trasporto scolastico. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona e provincia in zona rossa, cosa cambia dal 3 marzo? Tutte le misure

AnconaToday è in caricamento