rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Attualità

Villareal e non solo, l’Ancona di domani nasce dal settore giovanile

Presentato un importante progetto del vivaio biancorosso che vedrà coinvolti alcuni top club europei. In cantiere anche un campus estivo

L’Ancona di domani passa attraverso il settore giovanile. Lo aveva annunciato già nella famosa conferenza di giugno alla Mole Vanvitelliana Mauro Canil. Lo hanno riconfermato, ancora una volta, oggi (20 dicembre) i suoi più stretti collaboratori a cominciare dal direttore generale Roberta Nocelli e dal direttore tecnico del vivaio Alberto Virgili. Un progetto che porterà i colori biancorossi ad inter-scambiarsi con quelli di alcuni top club europei, a cominciare dal Villareal con cui a fine gennaio si svolgerà un clinic di grande rilievo sul territorio anconetano:

«Porteremo ad Ancona, sul nostro territorio, un qualcosa di molto ammiccante – ha spiegato Virgili - Proporremo clinic di aggiornamento con vari club stranieri e il primo sarà con il Villareal, società spagnola modello per l’impegno nel vivaio. Se tutto va come deve andare a fine gennaio lo proporremo sul territorio anconetano. Questo sarà solo il primo step e seguiranno iniziative analoghe con Valencia, PSV Eindhoven, Shakhtar Donetsk con i quali ci aggiorneremo anche sul loro territorio attraverso viaggi studio. Al vaglio c’è anche il Porto che proveremo a sviluppare nei prossimi giorni. In tutto questo si inserisce il discorso campus estivo per il quale siamo al lavoro. Il nostro è diventato un programma e non un progetto, tra i termini c’è differenza perché il programma rappresenta qualcosa di concreto per far nascere l’Ancona di domani».

Ad introdurre i lavori, ringraziando tutti i collaboratori presenti (tra cui i responsabili del settore giovanile su Ancona e su Matelica Leonardo Scodanibbio e Lorenzo Brachetta) la dg Nocelli: «Abbiamo iniziato un percorso di crescita per il nostro settore giovanile mettendo in piedi qualcosa di molto importante. Ci impegneremo ancor di più con tutte le nostre forze per sostenere tecnici e istruttori che quotidianamente sono al servizio dei nostri ragazzi. Sono orgogliosa e soddisfatta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villareal e non solo, l’Ancona di domani nasce dal settore giovanile

AnconaToday è in caricamento