rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Attualità Centro storico / Via XXIX Settembre

Via XXIX Settembre, il futuro deve "ancora" attendere: «Qui è il deserto del commercio, la via più bella della città sta morendo»

I commercianti e operatori lamentano ritmi troppo lenti. L'assessore Manarini: «Restyling chiuso entro l'anno ma ci sono sempre le incognite»

ANCONA - I lavori per il restyling di via XXIX Settembre vanno avanti ma, a quanto dicono operatori e commercianti, non abbastanza in fretta. "Il futuro è ancora in corso" si potrebbe parafrasare rubando lo slogan usato dal Comune per il progretto StrategAncona. E mentre gli operai ieri stuccavano il muretto bianco vista mare i commercianti che hanno le vetrine lì davanti aggrottano la fronte e chiedono di dare uno bello sprint. 

Le voci di chi lavora in zona 

«Siamo da due anni ostaggio dei lavori - dice Tommaso Buglioni alias Tom Tattoo (in foto) che in questa via ha lo storico negozio di tatuaggi - abbiamo aspettato tanto che finisse la pandemia per ricominciare a tornare in attività e poi ecco che i lavori ci rallentano. Non è chiaro quando finiranno e cosa stanno facendo di preciso. Vediamo lavorare IMG-5194-2gli operai dieci giorni alla clemente e poi più nulla. Non si capisce come mai». Sull’attuale situazione commerciale dice: «Qui è un disastro, il deserto più totale. Le attività se ne stanno andando perché non hanno più interesse a stare in questa zona che, senza dubbio, sarebbe una delle più belle di Ancona. Quando poi finiranno i lavori inizieranno altri problemi visto che la pista ciclabile toglierà dei posti auto indispensabili in quest’area. Già adesso con i lavori le macchine sostano dove non dovrebbero figuriamoci dopo. L'unica certezza qui è di vedere qualche ausiliare del traffico che stacca le multe». Per Tom quindi c’è una sola cosa da fare al momento: «Vorremmo che i lavori finissero al più presto così almeno si ridarebbe una dignità a questa zona. Io la domenica apro il negozio per i croceristi e per la crew ma, certo, venire in quest’area tutta impacchettata non è il massimo e inoltre i turisti adesso prendono la navetta e vanno diretti in piazza Cavour. Qui non ci passano nemmeno».

Con la fiera di San Ciriaco e i croceristi la città di Ancona è sotto i riflettori ma certo impalcature e nastri arancioni non sono un abbellimento ottimale. «Ho avuto modo di confrontarmi con alcuni miei amici - racconta Marco Cambria dell'omonima tabaccheria - che sono venuti per la fiera e hanno trovato la città peggio rispetto a come l’avevano lasciata due anni fa. Almeno questa è stata la loro impressione». Sui lavori aggiunge: «Al momento non ci hanno fatto sapere nulla di quando finiranno. Siamo in trepidante attesa di sapere ma, viste le tempistiche seguite finora, non mi stupirei se ci fossero altri mesi di attesa». 

Il programma 

Intanto però l'assessore Paolo Manarini fa sapere che la ditta ha fornito un cronoprogramma dettagliato e che, se tutto andrà per il verso giusto, entro l'anno si dovrebbe restituire la passeggiata agli ancoetani. Questi gli step:  «In primis c'è da finire la balaustra - spiega l'assessore - gli operai sono arrivati quasi a Porta Pia e tra poco dovrebbe arrivare il materiale per la ripavimentazione nel largo sotto la statua di Traiano». La scadenza per questa parte «stando a quanto riferito dall’azienda è stabilita per luglio». Dopodiché per ottobre «dovrebbe essere conclusa anche tutta la pavimentazione fino a Porta Pia».

L’assessore specifica inoltre che: «nell’appalto finanziato dal bando Periferie, però, non era compresa la ripavimentazione del marciapiede rifatto in blocchetti di cemento. Ma, poiché dovremo rimettere in opera tutti i pali dell’illuminazione dell’IT Waterfront, è necessaria la realizzazione di un aggancio alla soletta sottostante. Bisognerà quindi operare una demolizione consistente della pavimentazione intorno ai pali. Questo aggancio dei pali alla sottostruttura verrà fatta successivamente ai lavori della balaustra. Questo perché si tratta di due appalti separati. Una volta messi i pali e demolita l’attuale pavimentazione in blocchetti di cemento color ocra verrà fatta una nuova pavimentazione in modo che ci sia uniformità della pavimentazione tra la zona sotto il largo di Traiano in via XXIX settembre e Porta Pia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via XXIX Settembre, il futuro deve "ancora" attendere: «Qui è il deserto del commercio, la via più bella della città sta morendo»

AnconaToday è in caricamento