Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Svolta per l'Ultimo miglio: ci sono le date per gara e inizio lavori

L'opera permetterà di collegare il porto di Ancona con la SS 16

ANCONA- Dopo decenni di attesa l’Ultimo miglio vede finalmente la luce. Nelle ultime ore sono stati messi a punto tre passaggi decisivi per la realizzazione del collegamento stradale tra porto di Ancona e Statale 16: il decreto di approvazione del ministero dell’Ambiente e di quello della Cultura, l’intesa tra Anas e Regione Marche, e la firma del Presidente Acquaroli per dare inizio alle procedure di gara che potrebbero partire già entro fine giugno. Verosimilmente i lavori potrebbero iniziare tra la fine del 2024 e inizio del 2025, per essere conclusi nell’arco di 3 anni. Il costo dell’opera, una bretella di 3,5 km, è di 150 milioni di euro e rappresenta una svolta epocale per Ancona e per le Marche. L'Ultimo miglio si inserisce nel progetto dell'Uscita a nord dal porto dorico che comprende anche il raddoppio della SS16- i lavori sono in corso- e la realizzazione del Lungomare nord. «L'Ultimo Miglio, che di fatto è il collegamento diretto tra il Porto di Ancona e la Strada Statale 16 e quindi con le principali infrastrutture viarie, è un'opera fondamentale per lo sviluppo del Porto, di Ancona e delle Marche, attesa da decenni, che potrà anche valorizzare ulteriormente il Polo Intermodale e che finalmente arriva ad una svolta definitiva» commenta il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli.

L’opera sarà fondamentale per raggiungere tre obiettivi strategici: interconnettere il Porto con le principali direttrici stradali nazionali ed europee, valorizzare il triangolo logistico Porto-Interporto-Aeroporto, alleggerire il traffico pesante sulla Statale. «Sono obiettivi che collocano la prua della nostra regione verso l’unica rotta da seguire: quella della crescita all'insegna della sostenibilità ambientale, sociale ed economica- dichiara l’assessore Baldelli-. Il progresso e l'innovazione attraverso le infrastrutture, sono le cifre del nostro operare. Quindi: avanti tutta verso la creazione di opportunità di sviluppo per combattere le disuguaglianze. Desidero, infine, ringraziare chi, non solo è stato al mio fianco, ma ha contribuito in maniera determinante al raggiungimento dell’obiettivo». «Questa accelerazione consentirà finalmente di dotare la città di Ancona di un’infrastruttura fondamentale per il suo sviluppo e per quello di tutto il territorio regionale- afferma il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Marco Ausili-. . L’opera, che consiste in una bretella di 3,5 km che collegherà il porto direttamente con la Strada Statale 16, permetterà di alleggerire il traffico di mezzi pesanti su Torrette e di valorizzare ulteriormente l’interconnessione tra porto, aeroporto e interporto. Un modo per mettere la nostra città sempre più al centro e di inserirla in una visione strategica e strutturale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svolta per l'Ultimo miglio: ci sono le date per gara e inizio lavori
AnconaToday è in caricamento