menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Primo Di Nicola

Primo Di Nicola

Cambio autorità sistema portuale, Di Nicola (M5S): «Un'occasione da non perdere»

«Il cambio di Autorità di Sistema Portuale da Ancona a Civitavecchia fornirebbe un valore aggiunto al Corridoio Tirreno-Adriatico, con conseguenti benefici a livello economico per l’intero territorio»: così Primo Di Nicola, senatore del Movimento 5 Stelle

«Il cambio di Autorità di Sistema Portuale da Ancona a Civitavecchia fornirebbe un valore aggiunto al Corridoio Tirreno-Adriatico, con conseguenti benefici a livello economico per l’intero territorio. È importante che si lavori verso il riconoscimento del Corridoio Barcellona-Civitavecchia-Pescara-Ortona-Ploce, con l’ingresso dell’Abruzzo nella rete comunitaria Ten-T. Una battaglia che la capogruppo del Movimento 5 Stelle in Regione Abruzzo, Sara Marcozzi, combatte da tempo dai banchi del consiglio regionale e che trova il mio pieno sostegno, in quanto garantirebbe un ingente quantitativo di investimenti a livello europeo, cui potrebbero aggiungersi anche quelli legati al Recovery Fund e al Pnrr. Siamo davanti a un’occasione irripetibile verso la crescita di cui l’Abruzzo ha bisogno, creando infrastrutture, sviluppo e lavoro».

Lo afferma in una nota Primo Di Nicola, senatore del Movimento 5 Stelle, che continua: «Stridono quindi le parole di Antonio Tajani, vicepresidente e coordinatore nazionale di Forza Italia, che ha rilasciato dichiarazioni improbabili sull’ipotesi di corridoio Adriatico tra i porti di Ancona e Civitavecchia. Una soluzione che farebbe fuori l’Abruzzo. Viene da chiedersi cosa pensano di queste dichiarazioni gli esponenti di Forza Italia che siedono sui banchi di maggioranza in Regione Abruzzo e se siano disposti a sacrificare lo sviluppo della propria regione in favore  di una strizzata d’occhio al collegio elettorale di Tajani, a cui appartengono anche le Marche. Forse è proprio questo il motivo dell’inerzia dimostrata dal centrodestra abruzzese, che si è rimangiato tutte le promesse della campagna elettorale regionale, e che a conti fatti oggi continua a brancolare nel buio e nella totale mancanza di progettualità». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Acquaroli firma l'ordinanza: 5 comuni marchigiani in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento