menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Guido Castelli, assessore al bilancio

Guido Castelli, assessore al bilancio

Contributi e ristori: altri 8,7 milioni alle imprese marchigiane

Tre i settori interessati dai fondi di sostegno le attività produttive, i trasporti pubblici locali, la cultura e gli spettacoli

«Grazie all’attività di scounting dell’assessorato al bilancio nell’ambito delle risorse regionali, sono stati reperiti ulteriori 8,7 milioni di euro da destinare ad alcune categorie particolarmente colpite dalle restrizioni conseguenti la pandemia». Lo annuncia l’assessore al bilancio ed ai trasporti Guido Castelli dopo l’approvazione del provvedimento di variazione oggi in giunta. «Il tessuto economico e produttivo delle Marche – prosegue Castelli -  sta soffrendo moltissimo e, come Regione, ognuno nell’ambito delle proprie possibilità e competenze,  è nostro preciso dovere aiutare chi si trova in difficoltà perché non rimanga indietro. Per questo motivo, insieme ai colleghi Carloni e Latini abbiamo concordato che 5,9 milioni andranno a rimpinguare i provvedimenti a sostegno delle attività produttive, 1,6 milioni sono destinati ai ristori delle aziende del trasporto pubblico locale e 1,2 milioni sono stati riservati al mondo della cultura e dello spettacolo». 

«Ringrazio l’assessore Castelli - sottolinea il vicepresidente Mirco Carloni con delega alle attività produttive -  per lo sforzo fatto nel reperire nuove risorse con cui  potremo far scorrere le graduatorie dei bandi e dare ulteriore sostegno a tante  piccole e micro imprese che stanno vivendo un momento davvero difficile a causa dell’emergenza Covid. Sono state infatti finora 8.567 le aziende che hanno presentato domanda per accedere ai contributi del bando della Regione Marche, per il sostegno alla ripartenza per un totale complessivo di 8,5 milioni di euro». I 5,9 milioni saranno infatti così suddivisi: 3,8 milioni come contributi alla ripartenza imprese per l’ammodernamento tecnologico; 462.500 euro come contributi alla ripartenza delle imprese per interventi di digitalizzazione; 1,5 milioni come contributi per investimento a favore delle micro e piccole imprese.

Per quanto riguarda invece i fondi riservati al mondo dello spettacolo e della cultura, la cifra di 1,2 milioni di euro si aggiunge agli  oltre 2 milioni di euro già assicurati in precedenza.  «Questo stanziamento – specifica l’assessore alla Cultura Giorgia Latini -  si affianca alle iniziative già assunte a favore dei soggetti di spettacolo dal vivo: parliamo di vere e proprie imprese che svolgono  attività costitutiva del sistema dello spettacolo regionale ed assicurano continuità del servizio ed occupazione. Siamo perfettamente coscienti e consapevoli della durata e delle gravità della crisi, e per questo motivo ulteriori misure sono allo studio per il nuovo anno anche a seguito del confronto avvenuto con i rappresentanti dello spettacolo e del cinema e sulla base delle istanze pervenute».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento