rotate-mobile
Attualità

Ancona International Airport: i sindacati contro i licenziamenti

I sindacati riportano che in tarda serata sono arrivate 11 lettere di licenziamento

«Ancona International Airport ha inviato 11 lettere di licenziamento». Lo scrivono in una nota i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti. Proseguono: «Senza considerare le richieste del sindacato che, dopo giornate febbrili di trattative,  invano, ha chiesto tavoli per utilizzare gli ammortizzatori sociali e per trovare soluzioni alla riorganizzazione dell'azienda con tanto di dichiarazione di sciopero per il  26 novembre: una data, tra l’altro,  scelta proprio per cercare nel frattempo di  ottenere un tavolo di trattativa». 

Prosegue il comunicato: «I licenziamenti riguardano il personale della security e delle pulizie delle lavoratrici del check in -loast and found e degli  uffici: una vera e propria macelleria sociale che poteva essere mitigata dall'utilizzo degli ammortizzatori che ostinatamente il Fondo Inglese Njord  ha negato ai sindacati. E' una doccia fredda e le responsabilità sono da imputare all'azienda ma anche  alla politica regionale, debole e inefficace, che non ha saputo  prendere in mano la situazione dal momento che è socio di quest'azienda e dirotta numerose risorse pubbliche per lo scalo marchigiano. Il sindacato sta valutando le iniziative da prendere;nel frattempo ha già indetto ieri sera una prima azione di  sciopero di 4 ore ,  il 26 novembre per l'appunto, e non si escludono sit-in di protesta». Il sindacato chiede il ritiro immediato dei licenziamenti «ed è disponibile  ad un confronto serrato per trovare qualsiasi soluzione alternativa ai licenziamenti». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona International Airport: i sindacati contro i licenziamenti

AnconaToday è in caricamento