Giornata della Memoria, folla e commozione al corteo: inaugurate 7 pietre d'inciampo

Grande partecipazione alla cerimonia che si è tenuta al ridotto delle Muse con i familiari delle vittime della deportazione e gli studenti delle scuole

Il corteo per la Giornata della Memoria 2020

Grande partecipazione, questa mattina, alla cerimonia del Giorno della Memoria 2020, che si è svolta al ridotto del Teatro delle Muse, alla presenza del sindaco Valeria Mancinelli e dei rappresentanti delle istituzioni, della comunità ebraica e delle scuole, cui ha fatto seguito, lungo un itinerario prestabilito, l'inaugurazione delle nuove pietre d'inciampo nei luoghi dove sono nati o hanno vissuto o ancora sono stati catturati i cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti. Un’iniziativa ormai conosciuta, ad opera dell'artista tedesco Gunter Demnig, per depositare, nel tessuto urbanistico e sociale delle città europee, una memoria diffusa delle vittime delle deportazioni.

Le pietre (circa 70mila ormai nel mondo) collocate quest'anno ad Ancona sono 7: in via della Loggia 2, alla memoria di Franco, Lucio e Renzo Coen Beninfante; in corso Garibaldi 19 alla memoria di Piero Sonnino; in piazza del Plebiscito alla memoria di Dante Sturbini; in via Goito 2 alla memoria di Nella Montefiori e in via Fornaci 9 alla memoria di Vittoria Nenni. Il corteo inaugurale è stato seguito anche da alcuni familiari delle vittime commemorate,  dagli studenti degli istituti scolastici Savoia Benincasa, Rinaldini, Mannucci e Volterra Elia, che hanno effettuato ricerche storiche in merito, e da numerosi cittadini colpiti e commossi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sono felice di compiere questo cammino silenzioso - ha dichiarato il sindaco Mancinelli - per scoprire le pietre, insieme ai ragazzi delle scuole. Auguro loro di “inciampare” in queste pietre più e più volte nella loro vita perché possano conoscere, riflettere e capire cosa può generare l'odio e coltivare questa sensibilità, lottando per una società migliore».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

  • Accoltellato in strada mentre cammina, i carabinieri danno la caccia a 2 uomini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento