Attualità Porto / Banchina Giovanni da Chio, 28

L'Estetista cinica fa il pieno di "fagiane": «Conquistata dal museo Omero, Ancona è una scoperta»

Cristina Fogazzi, imprenditrice di successo e influencer, ha inaugurato il suo nuovo progetto Bellezze al museo che coniuga mondo del beauty e cultura. Centinaia le persone venute ad incontrarla alla Mole

L'estetista cinica arriva alla Mole

Un tripudio di rosa shocking ha invaso la Mole Vanvitelliana. L’Estetista Cinica è arrivata in città con il progetto Bellezze al museo. L'obiettivo è far conoscere luoghi della cultura meno noti al grande pubblico che meritano di essere visitati. «Il progetto era in luce ancora prima della pandemia - spiega l'imprenditrice Cristina Fogazzi - poi per via del Covid abbiamo dovuto slittarlo. Quando ho scoperto dell'esistenza del museo tattile Omero me ne sono innamorata. Da grande appassionata d'arte l'idea di abbinare il concetto di bellezza, che spesso è associato a qualcosa di frivolo, con la cultura mi sembrava vincente. Inoltre la città di Ancona è bellissima, non la conoscevo e sono rimasta davvero stupita. Sono una ragazza di provincia e scoprire queste bellezze non mainstream mi rende davvero felice. Spero che questa iniziativa possa portare a conoscere la città a chi ancora non ha avuto modo di visitarla. Era troppo scontato andare a Firenze o a Napoli dove ci sono musei e spazi arcinoti. Così abbiamo scelto Ancona, Taranto e Matera». Veralab (il brand online dei prodotti della Fogazzi) omaggerà 500 ingressi. «Poiché al Museo Omero l’ingresso gratuito - prosegue la Cinica - faremo una donazione all’Associazione per il museo Tattile Statale Omero Odv-Onlus che ne supporta le attività. Ci sono 500 biglietti disponibili per chi vorrà entrare e scoprire questo luogo». Il beauty truck di Veralab sarà alla Mole fino a domani sera e già da questa mattina alle 10 erano centinaia le persone in fila per incontrare Cristina Fogazzi. 

Dispensatrice di buoni consigli in tema di skin care e trattamenti anticellulite, ha incontato le sue “fagiane”, come chiama lei le sue 849mila followers. Alune di loro hanno fatto parecchia strada per incontrarla. «Utilizzo i suoi prodotti da tempo - dice Crizia - poi è troppo simpatica, sembra una persona normale, come noi, nonostante la celebrità. Sono venuta da San Benedetto del Tronto per una consulenza personalizzata con lei. Dopo la pandemia partecipare ad un evento di questo tipo è una boccata d’ossigeno». Laura è partita con tre amiche questa mattina presto da Porto San Giorgio per incontrare Cristina «La seguo sui social da anni. Ho provato i suoi prodotti, mi piacciono, ma soprattutto la stimo come imprenditrice e come donna. Ha una personalità forte e poliedrica». Nell’attesa di incontrare la loro beniamina e acquistare creme, fanghi e bende drenanti, lo staff ha dispensato alle tante persone in attesa sotto il sole crema solare, ombrellini e acqua fresca. «E’ "bulla un bel po’" - commenta Giada - e poi ha associato al mondo della bellezza e dell’estetica quello dell’arte e questo è davvero una cosa ammirevole. Con la scusa di venire a trovare lei andremo a visitare anche il museo Omero». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Estetista cinica fa il pieno di "fagiane": «Conquistata dal museo Omero, Ancona è una scoperta»

AnconaToday è in caricamento