rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Attualità

Per l'anello filoviario fondi sicuri e lavori appaltati, Mancinelli: «Il candidato sindaco del centrodestra studi di più»

In Consiglio comunale il primo cittadino ha risposto all’interrogazione della consigliera Pd Chiara Censi e a quella del consigliere di Forza Italia Daniele Berardinelli che ha invece chiesto l’esito dell’aperura dei plichi relativamente alla gara del 23 gennaio scorso

ANCONA- L’anello filoviario sarà valorizzato e potenziato. I fondi ci sono e sono anche stati appaltati i lavori alla ditta Sogena di Giugliano in Campania (NA). La rassicurazione arriva dal sindaco Valeria Mancinelli che in Consiglio comunale ha risposto prima all’interrogazione della consigliera Pd Chiara Censi, poi all’interrogazione del consigliere di Forza Italia Daniele Berardinelli che ha invece chiesto l’esito dell’aperura dei plichi relativamente alla gara del 23 gennaio scorso. «Dalle notizie apparse sulla stampa sembra che non ci siano più i fondi Pnrr per creare l’anello filoviario in quanto non sono stati appaltati i lavori» dice la consigliera dem. «Sono state fatte affermazioni false, l’anello filoviario non è finanziato con i fondi Pnrr. Il candidato sindaco del centrodestra che ha fatto queste affermazioni dovrebbe studiare per evitare di fare scivoloni. Se queste sono le premesse... auguri!- commenta il sindaco Mancinelli-. L’anello filoviario è finanziato dal bando del Ministero dei Trasporti n.350 del 13 agosto 2020 che segue procedure di erogazione diverse da quelle del Pnrr. I fondi non sono a rischio. Il termine per l’aggiudicazione dei lavori è stato prorogato al 31 dicembre 2023, al fine entro il 2024. Noi abbiamo approvato l'applato dei lavori con 9 mesi di anticipo rispetto al termine previsto. Quel bando prevede due interventi finanziari: la creazione dell’anello filoviario e oltre 20 milioni di euro per l’acquisto di circa 30- 50 nuovi autobus elettrici per il servizio urbano. In un momento in cui le Tpl, anche private, sono in difficoltà per l’aumento dei costi e la diminuzione dei ricavi, sono risorse molto utili. Lo stesso viceministro Rixi ha detto che se il governo non stanzia 800 milioni di euro le Tpl salteranno in tutta Italia. Conerobus non salterà perché il Comune ha anticipato 2,5 milioni di euro. La Regione dovrebbe fare quello che abbiamo fatto noi. Per quanto riguarda l’aggiudicazione dei lavori è andata alla società Sogena srl con un ribasso del 2,47%». «Io avevo chiesto l’esito della gara dello scorso gennaio che è andata deserta, non del risultato della successiva procedura negoziata telematica che avete indetto» dichiara furioso Berardinelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per l'anello filoviario fondi sicuri e lavori appaltati, Mancinelli: «Il candidato sindaco del centrodestra studi di più»

AnconaToday è in caricamento