rotate-mobile
Attualità

Amazon a Jesi, c'è ancora speranza? Acquaroli cauto: «L'obiettivo c'è ma non dipende solo da noi»

Lo dice il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli, a margine della seduta consiliare di ieri, commentando il 'caso Amazon' ed il rischio che salti la realizzazione a Jesi di un polo logistico del colosso dell'e-commerce

ANCONA - «È un obiettivo importante per le Marche ma non dipende soltanto da noi. C'è una trattativa in corso e ci sono stati segnali importanti che accogliamo con favore». Lo dice il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli, a margine della seduta consiliare di ieri, commentando il 'caso Amazon' ed il rischio che salti la realizzazione a Jesi di un polo logistico del colosso dell'e-commerce.

«Interporto è un'infrastruttura che ha avuto vicissitudini altalenanti ma che purtroppo non ha mai trovato la sua qualificazione per quello che meriterebbe- continua Acquaroli-. Ora c'è un'opportunità importante di cui sia il Cda attuale di interporto sia lo sviluppatore dell'azienda Amazon stanno parlando. Ci sono appuntamenti importanti nelle prossime settimane per comprendere come la vicenda proseguirà». La trattativa sembrava saltata nelle settimane scorse ma ora il presidente di Regione appare più ottimista. «C'è la disponibilità di Interporto a interloquire con il soggetto sviluppatore che ha presentato un progetto importantissimo per il territorio e c'è il sostegno della Regione- conclude-. Insomma c'è tutto quello che serve per raggiungere questo obiettivo. Ma occorre che l'obiettivo sia ricercato e voluto da tutte le parti e che ci siano le condizioni per poterlo realizzare. La Regione ha dato tutto il supporto che poteva dare. Non abbiamo nulla da recriminare e continueremo a fare il massimo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amazon a Jesi, c'è ancora speranza? Acquaroli cauto: «L'obiettivo c'è ma non dipende solo da noi»

AnconaToday è in caricamento