rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Attualità

Alcolici, ordine pubblico e San Ciriaco, Foresi: «Centro diverso dal Piano, Ancona venga alla Fiera»

L’assessore ha fatto il punto della situazione spaziando su vari temi compreso il ritorno della Fiera dopo due anni di Covid

ANCONA- «Non si può paragonare il centro storico, dove viviamo situazioni dinamiche, dal Piano dove bisogna intervenire perlopiù in contesti statici. L’ordinanza sugli alcolici (che li vieta all’esterno degli esercizi commerciali 24 ore su 24, ndr) che utilizziamo in periferia, per questo motivo, non è replicabile in centro».

Così l’assessore del Comune di Ancona Stefano Foresi sui recenti fatti di cronaca in pieno centro, caratterizzati comunque dall’abuso di bevande alcoliche: «Non ho pensato minimamente ad estendere l’ordinanza anti-alcolici ad altre zone della città, centro storico compreso, sono altre le misure per contrastare questi episodi. Le forze dell’ordine stanno lavorando benissimo, oltretutto potenzieremo anche la videosorveglianza attivando altre telecamere».

Sempre sul tema telecamere, in una vecchia intervista del 19 aprile, anche il Comandante della Polizia Locale Liliana Rovaldi si diceva molto soddisfatta: «Nelle ultime riunioni inerenti all’ordine pubblico le forze di polizia si sono dette molto felici dei risultati portati dalle telecamere disseminate lungo il perimetro del centro ma anche sul territorio cittadino. In alcuni casi si sono rivelate determinanti per dare un nome e un volto ai responsabili delle azioni di rilevanza penale, in altri casi sono ancora in atto delle indagini. Con il tempo ne verranno posizionate ancor di più, beneficeremo di un finanziamento approvato da Roma per implementare le zone un po’ più scoperte. Questo porterà un nuovo sviluppo e un maggiore controllo sul territorio con la possibilità sempre maggiore di individuare le persone responsabili di questi atti».

Il ritorno di San Ciriaco

Dopo due anni di stop a causa del Covid, tornerà anche la Fiera di San Ciriaco (dal 1 al 4 maggio con gli stand gastronomici attivi già dal 30 aprile). Anche per l’amministrazione è un appuntamento molto atteso dove la macchina organizzativa dovrà risultare perfetta e senza intoppi:

«Siamo pronti. Abbiamo sistemato la segnaletica con più di duecento segnali d’indicazione con i vari divieti di sosta. Abbiamo organizzato tutto nei minimi dettagli, speriamo che la gente risponda a questo evento importantissimo. Cosa chiedo? Di utilizzare parcheggi e bus navetta, abbiamo la fortuna di poter beneficiare di tanti punti di raccolta evitando di arrivare in centro con la macchina. Abbiamo predisposto un po’ tutto, speriamo nel meteo e in quattro belle giornate da vivere tutti insieme».

Nella giornata del 1 maggio, in cui sarà disputato il play-off al Del Conero tra Ancona e Olbia (ore 18), per chi vorrà raggiungere la fiera non sarà disponibile il parcheggio dello stadio del Conero. Di conseguenza il capolinea dei bus navetta a supporto della fiera sarà ai parcheggi del Cimitero di Tavernelle, in via S. Giacomo della Marca. Il transito lungo la Cameranense sarà vietato in concomitanza della partita. Nella stessa giornata sarà inoltre aperto il parcheggio degli Archi, servito anch'esso da una navetta diretta alla fiera. Nei giorni 2 e 3 maggio il capolinea del bus navetta sarà presso il parcheggio dello Stadio del Conero, inoltre il bus transiterà presso i parcheggi di Tavernelle-cimitero, in via S. Giacomo della Marca. Sarà inoltre disponibile, come di consueto, il parcheggio degli Archi, da cui sarà possibile raggiungere il centro e la zona della fiera utilizzando la linea 1/4. Nella giornata del 4 maggio l'organizzazione dei parcheggi e delle navette dipenderà dall'andamento dei play off dell'Ancona. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcolici, ordine pubblico e San Ciriaco, Foresi: «Centro diverso dal Piano, Ancona venga alla Fiera»

AnconaToday è in caricamento