rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Attualità

Aeroporto, oggi e domani: «Volo per Londra malissimo, Ancona-Parigi? Speriamo»

Lo studio dell'Università Politecnica delle Marche: «Con 300mila arrivi in più il Pil regionale toccherebbe 200 milioni di euro, ma fondamentale realizzare infrastrutture»

I voli per Londra e Bruxelles sono i temporanei “talloni d’Achille” dovuti alla situazione pandemica. Il futuro? Si punta ad ampliare i collegamenti domestici principali (Roma, Milano e Napoli). Il futuro dell’Aeroporto Internazionale delle Marche passa comunque per il potenziamento infrastrutturale capace di collegare lo scalo agli altri grandi sistemi viari. Le possibilità di sviluppo dell’aeroporto marchigiano sono stati oggetto di uno studio dell’Università Politecnica delle Marche e presentato oggi alla facoltà di economia.

Lo studio

«Le nostre imprese sono penalizzate per lo sviluppo di rapporti commerciali anche internazionali, occorre potenziare il sistema aeroportuale ma anche il collegamento con porto, ferrovia e altri grandi sistemi viari- ha spiegato Valerio Temperini, docente di Economia e Gestione delle Imprese- dall’analisi è emerso che se riuscissimo ad attirare 300mila turisti in più e 30mila tonnellate di cargo, obiettivo fattibile, riusciremmo ad avere un impatto sul Pil di circa 200milioni di euro. Dallo studio emerge anche la forte necessità di sviluppare i nostri collegamenti. Ora paghiamo le restrizioni, ma torneremo prima o poi alla normalità e si deve approfittare dei fondi disponibili per ridurre il gap infrastrutturale con gli altri territori». «Ci troviamo difronte a una situazione che richiede strategia- ha ribadito il rettore della Politecnica Gian Luca Gregori- Occorre attrattività e questa non si realizza senza infrastrutture o possibilità di attrarre con facilità. L’aeroporto in questo è un tema fondamentale sull’impatto sociale ed economico». 

CARMINE BASSETTI AD AEROPORTO-2

Lo sviluppo 

«Stiamo lavorando con la Regione per attivare delle rotte domestiche principali- ha detto l’amministratore delegato dell’aeroporto Carmine Bassetti (VIDEO)- queste sono Roma, Milano e Napoli. Stiamo per ripartire anche con un altro bando che consentirà la conferma di rotte verso capitali europee». Punti critici, ad oggi, i voli per Londra e Bruxelles. «Nel caso di Londra sta andando malissimo, abbiamo 20 o 30 passeggeri al giorno. Bruxelles lo stesso, il volo per Parigi speriamo di poterlo farlo partire ad aprile come quello per Bucarest e le altre rotte in cantiere». Situazione esuberi: «C’è un numero di dipendenti base che nei mesi di picco si espande con lavoro a tempo determinato, poi quando si torna in bassa stagione questo numero diminuisce. Oggi noi abbiamo raggiunto il numero base che nel tempo aumenteranno, ma era necessario fare questa ristrutturazione per dare una fattibilità economica allo scalo, altrimenti avremmo avuto un aeroporto che perdeva tanti soldi. Questo non è più possibile». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, oggi e domani: «Volo per Londra malissimo, Ancona-Parigi? Speriamo»

AnconaToday è in caricamento