Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Carabinieri in festa, la cerimonia e le onorificenze - GUARDA IL VIDEO

La cerimonia alla caserma della Legione Marche

 

L'Arma dei carabinieri ha festeggiato 205 anni e alla caserma Burocchi di Ancona, sede della Legione Marche, quella di mercoledì è stata giornata di cerimonie e riconoscimenti. Dopo la rassegna dei reparti da parte del Generale di Brigata Fernando Nazzaro è stata la volta della consegna delle onorificenze. L’encomio del comandante generale dell’Arma è andato a chi ha risolto il caso dell’omicidio di Pamela Mastropietro con l'arresto di Innocent Oseghale, condannato all'ergastolo: il tenente Walter Fava, i luogotenenti Carmine Manco, Domenico Martelli e Domenico Spinali, il maresciallo maggiore Giulio Scarponi, i marescialli Francesco Petronelli e Antonio Ombra, il brigadiere Antonio Donato Michitti e l’appuntato scelto Alessandro Losurdo. Encomio solenne per il maggiore dei forestali Simone Cecchini per l’indagine che ha portato al rinvio a giudizio di 10 allevatori e proprietari di Dogo argentini accusati di maltrattamento, uccisione e combattimento tra animali in tutta Italia. Encomio solenne per l’appuntato scelto Luca De Leoni Vitale per l’inchiesta Green Profit sugli impianti biogas. Encomio semplice per i carabinieri che hanno condotto le indagini sull’omicidio del veterinario Olindo Pinciaroli, avvenuto ad Osimo nel maggio 2017 e concluse con l’arresto di Valerio Andreucci, condannato a 18 anni: il tenente colonnello Americo Di Pirro, il luogotenente c.s. Luciano Almiento, i luogotenenti Marcello Iarba e Valeriano Mazzocco, il maresciallo maggiore Giuseppe Esposto e l’appuntato scelto Giuseppe Belviso. Encomio semplice per i luogotenenti Giuseppino Carbonari e Giampietro Fratini, i marescialli maggiori Gianfranco Iezzoni e Lorenzo Santarelli, il maresciallo Alessio Alberigo, il brigadiere Claudio Melchiorre, gli appuntati Vincenzo Ierardi, Francesco Paolo Pacifico, Gianluca Albano, Giovanni Scarciglia e Rocco Francesco Granato per l’arresto di 4 albanesi e il sequestro di 900 kg di marijuana nell’ambito dell’operazione White Boat tra Macerata e Pesaro. Encomio semplice per il capitano Luigi Grella e gli appuntati Francesco De Donno ed Emanuele Saraino per l’arresto di 5 ladri seriali nel Pesarese. Encomio semplice per il tenente colonnello Giuseppe Di Matteo, il luogotenente Massimo Prudenza, i marescialli maggiori Antonio Carmine Saracino, Leandro Lupari e Paolo Baldascini e l’appuntato Daniele Mattiello per la risoluzione dell’omicidio della pittrice Renata Rapposelli, per il quale sono a processo l’ex marito e il figlio. Encomio semplice per il luogotenente Antonello Russo, il maresciallo Antonio Romano, il brigadiere Mario Piedimonte e gli appuntati Francesco Sprecacenere e Michele D’Ambrosio per aver sgominato un traffico di stupefacenti con 22 arresti. Encomio semplice per il brigadiere Vincenzo Martone e il carabiniere Giovanni Donatelli per l’arresto di un pregiudicato a Chiaravalle, trovato con 2,5 kg di hashish nel gennaio 2018. Infine, elogio per i marescialli maggiori Fabio Proto e Claudio Galasso per l’arresto di 8 componenti di un sodalizio criminale specializzato nella contraffazione di prodotti di pelletteria nel Fermano.


Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento