Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un corto per i bimbi cardiopatici: la sala operatoria più pazza del mondo| VIDEO

Il film è stato realizzato dal "Comitato genitori bambini cardiopatici" inisieme all'associazione "Un battito d'ali" per sostenere la raccolta fondi

 

L’associazione "Un battito di ali" e il "Comitato genitori bambini cardiopatici" hanno messo in scena un nuovo video. Walter Caccioppola ha ideato una storia che ha previsto il coinvolgimento di artisti d’eccezione come Andrea Bartola , attore, regista ed educatore, Natascia Zanni operatrice teatrale del Teatro del Canguro attori professionisti ma anche di attori speciali come il dottor Marco Pozzi Primario del Centro di Cardiochirurgia Pediatrica e congenita di Ancona e la piccola Ginevra con la sua mamma Stefania. Con la collaborazione di Alessandro Silenzi e Massimiliano Pierantoni, che hanno curato le riprese e il montaggio, il video ha preso forma. Piccolo particolare, il set. La clinica Veterinaria di Posatora ha ospitato per un giorno troupe e attori per portare avanti il lavoro in sicurezza. «Questo video rappresenta il lavoro di squadra che caratterizza tutte le attività e i progetti messi in campo dall’associazione Un Battito di ali  e dal Comitato genitori bambini cardiopatici – sostiene la Presidente Valentina Felici- Grazie alla partecipazione attiva del Primario, il dr. Marco Pozzi e la collaborazione con il personale medico infermieristico possiamo realizzare progetti efficaci per i bimbi dal cuore birichino e le loro famiglie».

«Il video sosterrà la raccolta fondi per tutte le attività - interviene Annalisa Cannarozzo , responsabile dei progetti delle associazioni - che affiancano le eccellenti cure del reparto di Cardiochirurgia pediatrica e congenita. Aggiungiamo delle terapie speciali come il gioco. Nelle corsie pediatriche il gioco è fondamentale e deve essere svolto da personale preparato e competente in grado di accogliere, ascoltare tutte le emozioni presenti sia nel bambino che nella famiglia che lo assiste e dargli un significato diverso.  Quello che il nostro dottor Pupozzi svolge quotidianamente in reparto. Dall’indagine di gradimento che accompagna ogni nostro progetto vediamo come il 90 % delle famiglie dimesse esprime giudizi positivi circa il raggiungimento degli obiettivi prefissati». «Per i nostri figli- continua la Presidente Felici- vogliamo il meglio, il meglio delle cure e il meglio dell’assistenza. Tutte cose che troviamo nel centro diretto dal dottor Pozzi e possiamo solo aggiungere il meglio del gioco, dell’ascolto empatico e della riabilitazione psico-fisica. Anche nel video abbiamo voluto il meglio coinvolgendo grandi artisti e professionisti che hanno messo il cuore».
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento