Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Indagine sul caporalato e stop al lavoro, dipendenti al fianco del loro titolare | VIDEO

Le vicissitudini burocratiche dell'azienda di Sarker Mozibur Rahaman e dei suoi dipendenti rimasti senza stipendio. Il titolare è anche indagato nella vicenda del caporalato, ma i suoi operai sono al suo fianco in un unico grido di dolore

 

Il contratto di lavoro in subappalto per una ditta romana, specializzata in coibentazione, è saltato in anticipo. I 25 dipendenti della New World Service, impegnati in un cantiere navale di Ancona (estraneo ai fatti), si trovano da tre mesi senza lavoro e con famiglie da mantenere in Bangladesh. Come se non bastasse il loro titolare risulta indagato nell’inchiesta sul caporalato che ha scosso la cantieristica anconetana e non solo. Gli operai hanno comunque voluto dare un segnale di solidarietà al loro direttore generale, unendosi al suo grido di dolore per un’azienda che vuole ritrovare la fortuna persa.  
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento