La barca a vela al servizio della solidarietà, ecco "Una vela per tutti 2015"

Si è concluso il progetto socio formativo rivolto a ragazzi con disabilità psichica e/o fisica con lo scopo di mettere in luce le risorse e le abilità dei protagonisti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Si è concluso con laVeleggiata di Autunno”, il progetto socio formativo  "Una Vela per Tutti 2015", rivolto a ragazzi con disabilità psichica e/o fisica con lo scopo di mettere in luce le risorse e le abilità dei protagonisti, in un’ottica di integrazione e di crescita individuale a bordo di una barca a vela. Giunto alla sua seconda edizione, il progetto è stato promosso dall'Ancona Yacht Club insieme con la Cooperativa Sociale Buena Vida, ha visto coinvolti 9 ragazzi divisi in due gruppi. Dopo un allenamento di circa 6 mesi, i provetti marinai hanno imparato a regatare,  a far parte di un vero equipaggio su due barche distinte, conquistando un primo posto assoluto nella categoria “vele bianche” nella competizione autunnale.

 A vincere, insieme allo sport, la gioia di questi ragazzi, la serenità e la naturalezza con cui sono saliti a bordo, usciti in mare e con cui hanno partecipato alle manovre di regata, anche in condizioni non sempre ottimali. Un grande sostegno è arrivato da Frittelli Marittime e da Banca CARIM, che hanno contribuito alla realizzazione del progetto. Il plauso degli organizzatori va anche ai genitori dei partecipanti che hanno saputo dare fiducia agli Skipper e ai loro figli.

Torna su
AnconaToday è in caricamento