Grande successo per il torneo 3×3 senza testa – 1° Memorial “Chain” Maurizio Catena

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Una festa del basket in piena regola. Si può riassumere in questa maniera il weekend cestistico osimano appena concluso all'insegna del Torneo 3×3 Senza Testa – 1° Memorial “Chain” Maurizio Catena. Un successo in piena regola per l'evento organizzato da Basket Group Osimo, che racchiude tutte le società cestistiche cittadine, svoltosi al campetto da basket della Caio Giulio Cesare. Un luogo simbolo del basket osimano, trattandosi del terzo campo da basket dove militò la gloriosa Robur verso la fine degli anni '60, fatto riscoprire a tutti i cittadini da questa iniziativa. La tre giorni di basket e divertimento ha visto sfidarsi ben 16 squadre senior (con giocatori dal 2002 fino a senior serie C) e 12 giovanili (2006-2003, anche squadre femminili e compagini provenienti da Ancona e Polverigi), oltre al contest del tiro da tre. Tanti appassionati hanno seguito le gesta degli atleti scesi nei due campi creati per l'occasione tra belle giocate, sano agonismo e tanto divertimento. Alla fine sono stati emessi i verdetti di questa riuscitissima prima edizione, con le premiazioni che si sono svolte domenica sera alla presenza dei familiari di Maurizio Catena, dell'assessore alla cultura del Comune di Osimo Mauro Pellegrini, di tutti i rappresentanti del Basket Group Osimo e del Conad Osimo. La vittoria nella categoria giovanile è andata agli Scappati di Casa che si sono imposti sugli Sfratelli, terza piazza per gli Sconfitti a tavolino, mentre nei senior i Pablo Esco al Bar hanno avuto la meglio sui Granchi dopo una finale tiratissima, piazza d'onore per gli Allegra Team. Nel contest del tiro da tre vittoria per i Kawhi me a river nei senior e per gli Sconfitti a tavolino. Un successo per il Basket Group Osimo con un'iniziativa che ha dimostrato l'importanza del lavoro di squadra tra diverse realtà ma mosse tutte da un unico obiettivo, ovvero l'amore per la palla a spicchi nella nostra città e la crescita del movimento cestistico osimano. Un evento a cui aveva lavorato proprio Maurizio Catena, scomparso prematuramente e vice presidente Robur Family, da sempre attivo nell'organizzare diversi eventi e mosso da una grande passione per questo sport, ed è stato il modo migliore per ricordalo. Infine da sottolineare la riscoperta e valorizzazione di un luogo, probabilmente speciale, come il campo della Caio Giulio Cesare riportato ai fasti d'un tempo, con l'auspicio di poter continuare a fargli respirare l'aria del basket. Per chiudere un ringraziamento ai sostenitori di questa iniziativa per il loro supporto, Conad Osimo, BCC Filottrano, Triple Basket, Decathlon, Bar La Base, La Bottega della Birra. Al prossimo anno! Matteo Valeri Ufficio Stampa Robur Family

Torna su
AnconaToday è in caricamento