A Senigallia la sesta tappa della Tirreno-Adriatico: «Occasione importante per il turismo»

La presentazione della manifestazione si è svolta ieri (giovedì) a San Benedetto e ha visto anche la presenza del sindaco Maurizio Mangialardi

Maurizio Mangialardi

SENIGALLIA – Per la prima volta anche Senigallia sarà protagonista della celebre competizione ciclistica Tirreno-Adriatico, la cui 55^ edizione si svolgerà dall’11 al 17 marzo del 2020. La presentazione della manifestazione si è svolta ieri a San Benedetto e ha visto anche la presenza del sindaco Maurizio Mangialardi.

La Spiaggia di Velluto sarà al centro della sesta tappa che da Castelfidardo condurrà i corridori a Senigallia attraverso un itinerario di avvicinamento che toccherà Numana, Ancona, Offagna, Jesi e Ostra, per giungere poi a Marzocca. Da qui partirà un circuito che collegherà la frazione alla Rotonda a mare e che sarà percorso quattro volte per un totale di circa 16 chilometri.

«Ospitare la tappa di una competizione così prestigiosa – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – rappresenta per noi un motivo di grande orgoglio e soddisfazione, di cui ringrazio gli organizzatori. Per capire la rilevanza dell’evento basti considerare che l’edizione di quest’anno ha visto 151 paesi collegati, 53 milioni di telespettatori, 2276 ore di trasmissione e 13 network televisivi. Dunque sarà un’occasione per la città, che potrà godere di una vetrina internazionale e di una copertura mediatica di altissimo livello attraverso cui promuovere il patrimonio culturale e artistico e l’eccellente ospitalità. Un evento, ne sono certo, che farà felici anche i tantissimi appassionati di ciclismo senigalliesi che potranno vedere da vicino le prodezze dei loro beniamini. A tal proposito, annuncio che è mia intenzione costituire quanto prima un comitato di gara che preveda il coinvolgimento delle nostre società sportive nell’organizzazione e nella gestione della manifestazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento