Rugby, Cus Ancona corsaro contro il Gubbio: suo il secondo posto in classifica

Ottanta minuti in cui nessuna delle due squadre in campo ha ceduto un solo centimetro all'altra, alla fine i padroni di casa riescono a prevalere

Una domenica che in casa CUS si ricorderà per molto tempo, ottanta minuti in cui nessuna delle due squadre in campo ha ceduto un solo centimetro all'altra, alla fine i padroni di casa riescono a prevalere grazie al gioco alla mano della linea dei trequarti.

Dopo il fischio di inizio è subito partita vera e al 10' sono i Cussini a sbloccare il risultato guadagnando un calcio di punizione, Martini da posizione non facile centra i pali 3-0. Non si fa attendere molto la reazione degli ospiti, al 14' con un buon calcio di spostamento ottengono una rimessa laterale sui cinque metri, maul avanzante e meta. Non sbaglia il calciatore 3-7. I dorici non ci stanno a perdere e al 17' arriva la seconda meta, azione alla mano dei trequarti Martini serve una palla d'oro a Marcelli che schiaccia in mezzo ai pali. Facile la trasformazione 10-7. Al 26' sono ancora i padroni di casa ad andare a segno, Fernando Ricci penetra nella difesa ospite e schiaccia in solitaria in mezzo ai pali. Non sbaglia Martini 17-7.

Passano i minuti ed in campo entrambe le squadre giocano al massimo delle possibilità, al 38' arriva un altro calcio di punizione a favore degli Egubuni, da posizione difficile non sbaglia l'estremo 17-10. I Dorici con la testa già nell'intervallo subiscono prima una meta al 40' poi un calcio di punizione al 42', il primo tempo si chiude sul 17-20. Durante la pausa è Mr. Stacchiotti a scacciare dalle teste dei giocatori i fantasmi di troppe partite sprecate e al 52' arriva la terza meta per il CUS Ancona, Zanoli assorbe a se due difensori e con un sottomano manda l'ala Franceschetti  a schiacciare indisturbato in mezzo ai pali. Martini non sbaglia 24-20. Il CUS continua a spingere sull'acceleratore guidato in campo da Capitan Luigi Ricci, i ragazzi vogliono il punto di bonus che arriva con la quarta meta al 64'. Mischia chiusa in attacco sui cinque metri, il pacchetto Dorico travolge gli ospiti fino a dentro l'area di meta, non sbaglia Martini 31-20. Al 80' è il Gubbio ad andare in meta con il pacchetto di mischia, che con una prova di orgoglio degna di nota, entra nell'area di meta segnando la terza ed ultima meta della partita. Bravo il calciatore a centrare i pali da posizione non facile 31-27.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti