Rugby, il CUS Ancona passa a Fabriano e mantiene il 1° posto in classifica

I dorici battono anche Fabriano e rimangono saldamente al primo posto in classifica. Nel nuovo impianto di Fabriano finisce 23-5 per il Cus Ancona

Le immagini del match

FABRIANO - Nel nuovo impianto del Rugby Fabriano si è giocata la quinta giornata del girone di ritorno, partono subito forte i Cussini mettendo molta pressione fin dal calcio di inizio, al 3' arriva la prima meta grazie ad un calcio stoppato da Jacopo Brusca che poi raccoglie e schiaccia oltre la linea, non entra la trasformazione 0-5.

Decisi a chiudere la partita nel minor tempo possibile i dorici continuano a premere sull'acceleratore, al 8' su ripartenza da rimessa laterale gli avanti dorici avanzano con un carrettino fino a dentro l'area di meta ed è capitan Luigi Ricci a schiacciare l'ovale oltre la linea. Non entra la trasformazione 0-10. Al 20' dopo aver costretto i padroni di casa a difendere nella loro metà campo arriva un calcio di punizione, da non facile posizione Adriani non sbaglia 0-13. Al 27' arriva la terza meta della partita, su azione alla mano della linea trequarti è Alessandro Belloni a beffare l'ultimo difensore e a schiacciare vicino alla bandierina. Non entra il calcio di trasformazione 0-18. Sul finire del primo tempo arrivano le prime sostituzioni, fuori Cristian Saracchini per un piccolo risentimento muscolare dentro Emiliano Stazio, subito dopo l'intervallo cambi anche in prima linea, fuori Nicola Fabretti dentro Luca Bonanni.

Non inizia bene il secondo tempo per il CUS Ancona, al 7' e al 10' arrivano due cartellini gialli rispettivamente al mediano di mischia Michele Magni e alla seconda linea Fernando Ricci, i padroni di casa approfittando della superiorità numerica trovano la meta al 16', non entra la trasformazione 5-18. Rinvigoriti dalla meta segnata i Fabrianesi impegnano i dorici nella loro metà campo, al 26' arriva la quarta meta che vale il bonus offensivo per i Cussini, dopo l'ennesima percussione degli avanti è il tallonatore Matteo Angeletti a bucare la difesa e a schiacciare in meta, non è in giornata Adriani che fallisce anche il quarto calcio di trasformazione, 5-23. Arrivano le ultime sostituzioni, fuori "The Rock" Catello Di Girolamo e Giovanni Lucamarini dentro Andrea Gigli e Francesco Di Stefano, trascorrono i minuti con i dorici vicini più volte alla meta ma arginati da un ottimo Fabriano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

Torna su
AnconaToday è in caricamento