Il rugby è sempre più rosa, l’URA presenta la sezione femminile nel segno dell’Avis

Presentate le compagini e le maglie da gioco della sezione femminile. Le ragazze scenderanno in campo con il logo dell’associazione dei donatori di sangue

La presentazione della maglia

L’Unione Rugbistica Anconitana è sempre biancoverde, ma ora ha anche tinte di rosa e di rosso. Rosa perché ieri nella sede dell’Avis Ancona sono state presentate le compagini femminili della società: le Seniores, Under 16 e Under 14. Il rosso perché il marchio dell’Avis, l’associazione dei donatori di sangue, comparirà sulle maglie dopo la formalizzazione della partnership. 

A battezzare l’Ura femminile c’erano i vertici della società, dell’Avis e delle istituzioni. Occhio ai nomi, perché la compagine Seniores parteciperà alla Coppa Italia con il nome di “Dorica”. Le giocatrici, accanto agli atleti della categoria maschile che vanno dall’under 6 alla serie C, andranno a comporre una società sportiva che è rappresentata in ogni categoria. Il presidente Stefano Lucarini ha ricordato alcuni aneddoti che lo legavano da ragazzo proprio all’Avis Ancona e alla sua sede: «Legandosi a questo marchio i giovani avranno dei valori in più oltre a quelli che noi già diamo con il rugby, l’unione dei due marchi completa il valore formativo per i ragazzi». Soddisfazione anche per il padrone di casa, il presidente Avis Ancona, Saverio Taglioni: «Abbiamo accettato con entusiasmo questo sodalizio perché abbiamo notato che molti valori intrinseci alla nostra associazione appartengono anche al mondo del rugby, come il gioco di squadra ma anche l’aspettare chi è indietro. In una città come Ancona dove ci sono sempre meno giovani l’Avis, che ha bisogno di rinnovare i suoi donatori, si rivolge ai giovani e il mondo dello sport ci alletta in modo particolare per perseguire i nostri messaggi». Presente anche il Comune con l’assessore allo sport Andrea Guidotti: «Questa è una realtà dove i valori vengono messi in risalto» ha detto Guidotti che si è poi rivolto direttamente alle ragazze: «Date il massimo e non avrete mai nulla da rimproverarvi, andate avanti ma sempre divertendovi». Maurizio Longhi, presidente regionale della Federazione Italiana Rugby, ha ricordato la tradizione rugbistica marchigiana citando la squadra di Pesaro che militò in serie A, l’impianto della Montagnola «che fa invidia» e il Cus Ancona: «di cui voi portate avanti il testimone». Saluti, complimenti e incoraggiamenti anche da parte di Domenico Ubaldi in rappresentanza del Coni Provinciale mentre la Regione era rappresentata da Franco Stazio che veste anche il ruolo di dirigente dell’URA. Lo staff tecnico è composto dai coach Federico Zura Puntaroni e Franco Cimino. I tre capitani, in rappresentanza delle singole squadre, hanno poi svelato la maglia ufficiale da gioco. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Oscar della pizza 2019, la miglior pizzeria delle Marche è Mezzometro

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Incidente davanti all'Uci Cinema, si schianta contro un autobus: poi il testacoda

Torna su
AnconaToday è in caricamento