Regata del Conero, 164 imbarcazioni a vele spiegate lungo la riviera dorica - FOTO

Numeri in crescita rispetto alle scorse edizioni, di fronte a tanti appassionati che hanno seguito la regata da terra, in mare, con divertimento e all'insegna della sana competizione

Una delle imbarcazioni

Ieri è stata la giornata della 19° edizione della Regata del Conero, appuntamento immancabile con la vela per la città di Ancona. Alle 11 la scalinata del Passetto era gremita di persone, appassionati e curiosi, radunatisi per assistere alla partenza della regata. Molto numerosa anche la flotta in acqua: 164 imbarcazioni da tutta Italia, molte delle quali in rotta verso la Barcolana di Trieste, che si sono fermate ad Ancona per partecipare ad una delle manifestazioni più significative del medio-Adriatico. Il primo tagliare il traguardo è stato Pendragon VI - Morandi Group dei co-armatori Nicola Paoleschi e Andrea Morandi, che ha completato il percorso costiero di circa 11 miglia in poco più di un'ora e mezzo. Una bella regata, quella dell'equipaggio guidato da Andrea Morandi, che è stato protagonista durante il lato di risalita verso il Passetto di una bellissima rimonta su Moonshine e Pegaso, rispettivamente prima e seconda all'approccio in boa a Portonovo. Andrea Morandi, armatore di Pendragon VI - Morandi Group ha commentato: «Felicissimi per il successo di Pendragon alla Regata del Conero, mi sento già di poter dire che faremo ritorno ad Ancona: l'ospitalità di Marina Dorica è stata eccellente e la regata di questa mattina incantevole. Il percorso costiero lungo la Riviera del Conero lascia senza fiato per la bellezza paesaggistica, tecnicamente la regata è impegnativa, la flotta numerosa e competitiva: la Regata del Conero è sicuramente un evento in cui fa piacere ritornare».

In seconda posizione, poche lunghezze dietro Pendragon VI - Morandi Group, è arrivato il Cori 56' Moonshine - Diavolone di Edoardo Ziccarelli e Sergio Belli, che ha saputo interpretare perfettamente le pennellate di vento sull'acqua ed è stato protagonista di una regata quasi perfetta. Terzo posto per il Farr400 Freccia del Chienti di Piero Paniccia, mentre chiude in quarta posizione l'imbarcazione portacolori dell'Ancona Yacht Club, Kiwi di Mario Pesaresi, vittima di una rottura al gennaker, la vela di prua, pochi minuti dopo la partenza. Completa la top-five il già citato Pegaso di Andrea Giovannelli che, arrivato alla boa di bolina in seconda posizione, subisce un danno alla drizza del genoa e perde posizioni preziose. Positivi i commenti del Presidente del Comitato Organizzatore Carlo Mancini: «Un'edizione molto partecipata, i numeri sono in crescita rispetto agli anni scorsi, soprattutto per quanto riguarda le imbarcazioni che arrivano da fuori Ancona. Si è realizzato il nostro progetto di organizzare non solo una regata, ma una vera e propria festa di fine estate: le condizioni meteorologiche, con vento inizialmente da Nord-Ovest poi in rotazione verso Nord, di intensità tra i 7 e i 10 nodi, e cielo sereno hanno aiutato a  rendere questa giornata ancora più bella. Immancabile l'appuntamento al 2019: per la 20° edizione della Regata del Conero abbiamo già diverse novità in serbo». La 19^ Regata del Conero è supportata da Fruttonero, Simam, Garbage, Disitaly, Centauro Dorico, Conero Car, Aon, Nautica Tito, Nautiservice, Conero Wellness, Farmacia del Pinocchio, Tende Tendenze, Adisco e Rotary. 

Top-10 Regata del Conero 2018

1. Pendragon VI - Morandi Group (Nicola Paoleschi-Andrea Morandi, YC Punta Ala)

2. Moonshine - Diavolone (Edoardo Ziccarelli-Sergio Belli, LNI Pesaro) 

3. Freccia del Chienti (Piero Paniccia, CV Portocivitanova)

4. Kiwi (Mario Pesaresi, Ancona Yacht Club)

5. Pegaso (Andrea Giovannelli, Fano Sailing Team)

6. King Idrusa - Grotte di Montefano (Paolo Montefusco, CV Brindisi)

7. Zero Could (Danilo Flazzitti-Sergio Valente, CNVM Giulianova)

8. Orlanda (Sanzio Sammarini, CN Rimini)

9. Irina (Maurizio Guglielmo, YC Ravenna)

10. Full Pelt (Sandro Piatti, YC Riviera del Conero)

...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • L’autovelox delle polemiche è stato spento

  • Il tour della paura, le cinque dimore più infestate di Ancona e dintorni

  • Problemi al cuore, Mario Cipollini ricoverato a Torrette: «Sono molto provato»

  • Travolta mentre è in sella al suo scooter, grave una ragazza

  • Allarme formaldeide nelle classi, il sindaco ordina la chiusura del nuovo asilo

Torna su
AnconaToday è in caricamento