La Lardini gioca d’anticipo, sabato sera le rosanero giocano a Scandicci

La seconda metà di torneo si apre con un impegno estremamente difficile per Ilaria Garzaro (ex della gara, così come Mazzaro e Mitchem dall’altra parte della rete) e compagne

La Lardini gioca d’anticipo e battezza il 2019 domani sera (5 gennaio alle ore 20:30) a Scandicci, primo appuntamento del girone di ritorno della Samsung Volley Cup di serie A1, che sarà trasmesso in diretta da Rai Sport + HD. La seconda metà di torneo si apre con un impegno estremamente difficile per Ilaria Garzaro (ex della gara, così come Mazzaro e Mitchem dall’altra parte della rete) e compagne.

Ci attende una trasferta complicata – ammette l’allenatore della Lardini, Filippo Schiavo –, affrontiamo una Savino Del Bene che a qualità di organico è al livello di Conegliano, Novara e delle migliori squadre europee. Ritroveremo uno Scandicci molto diverso rispetto a quello incontrato all’andata: allora tante atlete erano appena arrivate dal Mondiale, adesso ha tre mesi di lavoro alle spalle e ha disponibili Adenizia e Vasileva. Il test per noi è di quelli impegnativi, ma comunque importante per ritrovare un po’ di quel ritmo che ci è mancato ultimamente. Abbiamo bisogno di fare una prestazione di livello, provando a sfruttare eventuali loro passaggi a vuoto. Le partite dopo le festività, seppur brevi, sono pericolose e lasciano spazio a sorprese. Speriamo stavolta di poterla essere noi. Arriviamo da una buona prova con Chieri, seppur con qualche passaggio a vuoto, ma che era importante vincere dopo prestazioni positive, Firenze esclusa, senza raccogliere punti. Abbiamo chiuso il girone di andata in linea con l’obiettivo salvezza, seppur con il rammarico di aver gettato al vento qualche occasione. Altre squadre che hanno raccolto più di noi hanno avuto maggiore continuità ed è ciò su cui dobbiamo migliorare. Al netto dei problemi avuti, abbiamo mostrato un livello di gioco superiore ai punti conquistati. La squadra, anche nelle prestazioni meno brillanti, è sempre stata presente in campo e questo fa ben sperare in vista del girone di ritorno. Dobbiamo rendere più continue alcune situazioni individuali, consapevoli che giocatrici che si confrontano per la prima volta con un campionato difficile come quello italiano hanno bisogno di un periodo di adattamento e serve un po’ di pazienza”.

Potrebbe interessarti

  • La pausa ideale, dove gustare i migliori 10 caffè di Ancona

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

  • Estate 2019, tutte le informazioni per la vacanza perfetta a Portonovo

I più letti della settimana

  • Un caso di febbre Dengue ad Ancona, è allerta: scatta il piano di prevenzione

  • Terribile schianto in A14, traffico bloccato: un ferito in gravissime condizioni

  • Inferno in A14, colpa del cambio di carreggiata: 27enne in gravissime condizioni

  • Carambola da paura nella notte: 7 i coinvolti, due feriti gravi

  • Sms di addio agli amici, poi esce di casa per buttarsi dal Passetto: salvato dai carabinieri

  • Violento frontale al Vallone, donna gravissima: automobilista ubriaco fugge per campi

Torna su
AnconaToday è in caricamento