Moto Enduro Rally: un anconetano tra i 3 italiani del GS Trophy, è Nicola Di Piero

Tra i tre italiani che il prossimo maggio 2014 partiranno per il Nord America per partecipare alla competizione mondiale, c'è un ragazzo di Ancona. Nicola Di Piero è stato selezionato tra 860 persone in tutto il paese

Solo solo in 3 i centauri che partiranno il prossimo maggio, con destinazione Nord America, per rappresentare l'Italia nella competizione mondiale “Bmw GS Trophy” (Enduro moto rally). Tra questi 3 fenomeni delle due ruote c'è anche un anconetano: Nicola Di Piero, 28 anni. Lui che, dopo aver passato le prime selezioni a cui si erano presentate 860 persone, circa un mese fa, è partito per Firenze. Lì i 40 migliori enduristi hanno dato il meglio di se per entrare tra i 3 più forti che porteranno il tricolore in una gara che vedrà la presenza di almeno 20 nazioni da tutti i continenti. “Avevo pensato che magari avrei potuto passare la selezione dei primi 20, ma mai avrei pensato di entrare nella squadra dei 3 – ha detto il giovane talento - Sono emozionatissimo perchè andrò a rappresentare l'Italia per lo sport che più mi appassiona, cosa che comunque non sarei mai riuscito a fare con solo le mie forze. Potrò invece andare in uno dei posti più affascinati al mondo cavalcando una F 800 GS”.

Nicola, che nel frattempo è tornato ad allenarsi intensamente per arrivare al massimo della preparazione, ha dovuto affrontare prove non da poco per scavalcare gli altri 37 atleti che erano arrivati allo step finale. Corsa di 5 chilometri, dimostrare di saper smontare e rimontare una moto enduro rally, un colloquio in inglese, prove di guida, prove di orientamento al buio con cartine e bussole, team working (sollevare in gruppo una F800 Gs con corde e carrucole). Tutte prove brillantemente superate da Nicola, che adesso sarà un terzo dell'Italia, insieme ad un motociclista di Ravenna di 28 anni e uno di Parma di 47.

IMG-20131005-WA0012-2E' tutto pronto dunque per il prossimo maggio 2014, dove il trio dovrà affrontare una gara di 2mila chilometri, suddivisi in circa 400 km al giorno. Il tutto alternato a delle prove fisiche e di abilità che manderanno sotto stress il fisico e la mente degli atleti. “L'anno scorso l'Italia è arrivata terza e quest'anno puntiamo ad arrivare primi o comunque sul podio” ha detto Nicola. Il 28enne anconetano che si presenterà con un curriculum di tutto rispetto. Tra le tante cose: Campionato regionale marchigiano di Motocross F.M.I. classe 125 per diversi anni dal 2003; campionato regionale marchigiano di Motocross F.M.I. classe MX2 nel 2007 e nel 2008; scuola di Stefano Di Geronimo attraverso i crossodromi marchigiani; presidente del Motoclub Arsenal School insieme a Di Geronimo nel 2008; campionato Regionale Marchigiano di Enduro F.M.I. classe 250 2T nel 2009; formatore del Fmi (Federazione motociclistica italiana) nel 2011; istruttore di Guida Moto nel 2012; MaxiEnduro Marche nel 2013.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma ne sono passati di anni da quando, nel 2001, il padre disse a Nicola che se fosse stato promosso al primo tentativo all'esame per la patente A1 per il 125, gli avrebbe comprato l'abbigliamento da cross per fare il corso con Fabrizio Meoni, per cui era stato estratto. Oggi Nicola è pronto ad impennare sul tetto del mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Parcheggia lo scooter e si lancia sotto il treno: tragedia sui binari

  • Choc in spiaggia, prende a pugni una donna e scappa: nella fuga perde i documenti

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

Torna su
AnconaToday è in caricamento