La Lardini in trasferta sul campo delle campionesse del mondo

La Lardini è chiamata domenica (ore 17:00, arbitri: Giuliano Venturi e Rachela Pristerà) al confronto in trasferta sul campo dell’Imoco Conegliano

foto di repertorio

Resettare e ripartire, con la determinazione di chi sa di dover tirare fuori il meglio per affrontare la squadra campione del mondo. La Lardini è chiamata domenica (ore 17:00, arbitri: Giuliano Venturi e Rachela Pristerà) al confronto in trasferta sul campo dell’Imoco Conegliano, primo due viaggi consecutivi (il 26 a Novara), con la necessità di lasciarsi alle spalle la prestazione opaca contro la Zanetti Bergamo.

«Ci attende una prova durissima – ammette l’allenatore della Lardini, Filippo Schiavo –, ma anche per questo mi aspetto un approccio diverso rispetto a quello che abbiamo avuto mercoledì sera, mi aspetto di vedere in campo una squadra conscia del passo falso e che faccia tesoro degli errori commessi». L’impegno è di quelli ardui per l’evidente e indiscutibile valore di un’autentica corazzata come Conegliano, ancor di più in un PalaVerde dove fin qui Egonu e compagne hanno lasciato le briciole alle avversarie. «Siamo consapevoli di affrontare la squadra più forte al mondo e che il destino della partita non è solo nelle nostre mani. Il riscatto non passa solo ed esclusivamente attraverso un risultato positivo, che sarebbe una cosa straordinaria. Disputare una gara di alto livello tecnico non può che prescindere da una prova di grande temperamento: dovremo giocare con il coltello tra i denti, solo così possiamo pensare di mettere in campo una buona pallavolo». Sarà la prima volta da ex al PalaVerde per Gaia Moretto (lo scorso anno in gialloblu) e Athina Papafotiou (a Conegliano nella prima metà della stagione 2017/2018), la terza volta per Anna Nicoletti che ha già affrontato l’Imoco a domicilio con le maglie di Monza e Brescia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Era scomparsa da sabato, ora la bella notizia: «Paola è stata ritrovata e sta bene»

Torna su
AnconaToday è in caricamento