Luciani incontenibile, poker al Grisignano: le Citizens volano

Senza la brasiliana Lidu, tocca al capitano fare il bomber. E le riesce benissimo: sotto di un gol il Falconara rimonta e porta a casa i tre punti

Sofia Luciani esulta dopo il primo gol al Grisignano

Manca Lidu squalificata, capitan Luciani veste i panni del bomber e fa volare il suo Città di Falconara fuori dalla zona playout grazie anche alla concomitante sconfitta del Breganze a Roma contro la Lazio. Prestazione sontuosa quella del talento di Montegranaro, coronata da un poker e dalla solita concretezza a tutto campo in una partita a tratti soporifero rispetto ai ritmi elevati visti in altre occasioni. Una prova di solidità e concentrazione proprio come aveva chiesto mister Neri in settimana.

Doccia fredda

E pensare che dopo una prima partenza al piccolo trotto erano state proprio le venete di Grisignano a passare in vantaggio. Minuto numero 5, schema da corner con palla fuori a Prando che dalla distanza fa partire un tiro diretto all'incrocio. Non irresistibile ma nascosto dalla mischia quel tanto che basta da far azionare in ritardo Brugnoni e terminare la traiettoria sotto il sette. Sotto di un gol le falchette non si scompongono. Pascual, tornata in forma dopo l'infortunio, è una sicurezza dietro. Con Shai e Sevilla il giro palla si trasforma in un vortice e spesso la difesa del Grisignano è costretta a ricorrere alle maniere forti. Proprio da una punizione arriva il pareggio: palla per Luciani che con il piatto la spedisce ad accarezzare il palo e a rotolare alle spalle di Miola. Il capitano delle Citizens si ripete al 15': Sevilla lancia morbido e preciso al millimetro in avanti, stop a seguire e gran diagonale della numero 10. Il PalaBadiali esplode e, un minuto dopo, maledice la sfortuna per il gol del possibile 3-1 con Miola, aiutata dal palo, a sventare sulla potente conclusione della brasiliana Shai. Nel finale anche Ferrara, minuti d'esperienza importanti per lei, ha la sua occasione.

Falconara prende il largo

Nella ripresa le ragazze di mister Neri decidono di mettersi tranquille. La spina nel fianco della difesa ospite è sempre lei, Sofia Luciani. Subito palo al 2'. Poi, al 7', diagonale con Miola costretta agli straordinari. Infine il gol. Marcella, buona la sua prestazione nell'inedito ruolo di pivot, lavora un pallone sulla fascia e tenta il diagonale, Miola para ma non trattiene, Luciani si avventa come un rapace in area e realizza. Incontenibile. Tre minuti più tardi, Sevilla sradica palla a un'avversaria e la lancia, Sofia supera due avversarie ma a tu per tu con Miola non trova più lo spazio. A quasi tre minuti dal termine il Grisignano tenta la carta del portiere di movimento. Mister Turcato fa entrare Iturriaga ma Luciani castiga subito la mossa recuperando palla e tirando a girare dalla sua metà campo. Sul 4-1 basta solo far scorrere i minuti. Iturriaga rende meno pesante il passivo con un tiro beffardo che Brugnoni battezza erroneamente fuori.

Mercoledì si va a Terni, Pascual: «Partita speciale ma ora casa mia è Falconara»

Prima della meritata doccia, telegrafica Luciani: «Sono contenta per questi tre punti. Non mi capita mai di segnare così tanto e ringrazio tutte le compagne perché molto è stato merito loro» commenta la grande protagonista del match. Gioia che, tuttavia durerà poco. Il calendario prevede un tour de force con l'infrasettimanale di mercoledì 31 a Terni e poi, domenica 4 febbraio, di nuovo al PalaBadiali contro il Real Statte. «Quella di mercoledì per me sarà una partita speciale – dice Corin Pascual, arrivata nelle Marche nell'inverno 2016 dopo aver vestito proprio la maglia delle Ferelle. – perché Terni per tre anni è stata casa mia ma ora sono qui a Falconara, difendo questa maglia e cercherò di fare del mio meglio per portare a casa tre punti. Per quanto riguarda la partita di oggi, avevamo bisogno della vittoria e sono molto contenta per Sofia. Come sto? Sono ancora in fase di preparazione ma le sensazioni che ho avuto dal campo sono molto positive. Continuerò a lavorare in settimana per riprendermi al meglio». Tornando al match col Grisignano, c'è grande soddisfazione da parte di mister Neri. «Le ragazze - commenta - hanno disputato una partita attenta. Non era semplice affatto: mi sono piaciute perché hanno fatto quello che ho chiesto loro e una super Luciani che è stata eccezionale. L'assenza di Lidu? Lei ci consente di tenere palla alta, va a creare l'azione e oggi senza di lei abbiamo fatto un po' più fatica. Nel secondo tempo però, quando le avversarie hanno alzato la pressione, Marcella ha tenuto bene la palla consentendoci di salire. Il prossimo match sarà molto difficile: la Ternana è una squadra eccezionale. Dobbiamo andare lì a fare la nostra partita senza pensare che abbia un risultato già scritto. Dobbiamo andar lì, giocare e cercare di vincere come facciamo ogni domenica».

TABELLINO

Città di Falconara 4
Real Grisignano 2

Città di Falconara: Brugnoni, Pascual, Shai, Luciani, Marcella, Scaloni, Veroni, Rossi, Ferrara, Sevilla, Bernotti. All. Neri.

Real Grisignano: Miola, Iturriaga, Prando, Turetta, Nicoli, Prosdocimi, Giacomazzi, Vajente, Rovira, Facino, Penello. All. Turcato.

Arbitri: Davì e Maragno (Bologna). Crono: Rascioni (Ancona).

Reti: 5' pt Prando (G), 9' pt, 15' pt, 10'30'' st e 18' st Luciani (F), 19'10'' Iturriaga (G).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Esplosione al distributore di benzina, muore operaio anconetano: aveva 29 anni

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

  • Settimo cambio d'insegna per Auchan, anche a Senigallia arriva il Conad Superstore

Torna su
AnconaToday è in caricamento