Futsal, per il Cus Ancona pareggio e salvezza automatica

Un 1-1 arrivato al termine di un match strano, per gran parte avaro di emozioni salvo poi accendersi improvvisamente nel finale

Un punto che equivale alla salvezza aritmetica. E’ questa l’eredità di Cus Ancona – Corinaldo che gli anconetani incamerano nel pomeriggio di sabato. Un 1-1 arrivato al termine di un match strano, per gran parte avaro di emozioni salvo poi accendersi improvvisamente nel finale. Episodio incriminato, sponda ospite, è quello che porta al pari di Fioretti dove ci sarebbe un presunto mancato “fair play” di Belloni nell’azione in questione. Andiamo con ordine. Dorici che schierano tutti gli effettivi, seppur con capitan Junior non al meglio. Corinaldo non in formazione top. I fratelli Balducci sono indisponibili, così come Raffaele Fratoni costretto ai box. Il primo tempo non è certo entusiasmante per il numero d’occasioni, fatta eccezione per un paio d’interventi plastici di Enrico Ricordi. Proprio il portierone, ex di giornata, si rivelerà essere il migliore in campo sventando diversi pericoli portati dagli universitari ai dirimpettai in maglia bianca. Nella ripresa sono tuttavia gli ospiti ad andare in vantaggio. Micci è bravo e fortunato a vincere un rimpallo con Junior e depositare in fondo al sacco per lo 0-1. Gli anconetani provano a riorganizzarsi ma Di Tommaso e soci fanno splendida guardia fino al diciottesimo. Qui il flash sulla partita. Il giovane Gallozzi, alla terza presenza stagionale, parte palla al piede e viene falciato da Rotatori. Nello slancio cade a terra anche l’estroso corinaldese che chiede immediatamente soccorso. La palla arriva a Marco Belloni in modo naturale, e in situazione di perfetta parità numerica (visto che sia Gallozzi che Rotatori sono a terra). Il “Guerriero”, senza alcun indugio, pesca Fioretti in mezzo all’area che è bravo ad insaccare per l’1-1. Mentre i ragazzi di Fabio Carletti festeggiano, il Corinaldo schiuma di rabbia. Nel concitato post-pareggio succede un po’ di tutto con Eugenio Balducci a farne le spese, rimediando un cartellino rosso direttamente dalla panchina. Nelle battute finali Belloni avrebbe pure la palla del sorpasso ma la mira non è quella dei giorni migliori. Un pareggio che consegna al Cus Ancona la matematica certezza della permanenza in Serie B aumentando, ancora una volta, i rimpianti in ottica playoff. Prossimo turno, dopo la sosta, in casa dell’Angelana.

Sala Stampa

Giuseppe Monteferrante: «Un pareggio buono per via dell’ottimo avversario che avevamo di fronte che però non ci soddisfa pienamente. Anche in quest’occasione abbiamo alternato diverse fasi durante la gare, ritrovando brillantezza solo nel finale grazie alla nostra preparazione atletica. Ci teniamo questa salvezza ma sapevamo di poter puntare ai playoff, peccato non esserci riusciti. Da ora in avanti cercheremo di trarre il meglio da ogni gara, onoreremo il campionato fino alla sua conclusione concentrandoci sul lancio dei giovani, che in questa società è davvero all’ordine del giorno».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, l'autopsia: Maycons ucciso da una emorragia

  • Investita sulle strisce pedonali nella strada maledetta: grave una donna di 53 anni

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, ci sono 10 indagati tra medici e infermieri

  • «Mi ha fotografata mentre ero in bagno». Scoppia la lite al mare, arriva la polizia

  • Agguato sotto casa, accerchiato e aggredito da due uomini: uno era incappucciato

  • Tamponano un carabiniere, l'auto si ribalta: all'ospedale due donne e un neonato

Torna su
AnconaToday è in caricamento