Falconara sottotono, nulla da fare contro la corazzata Salinis

Si interrompe così la striscia positiva del Città di Falconara che non riesce nell’impresa al cospetto della seconda forza del campionato.

Poca corsa e un po’ di sfortuna contro la corazzata Salinis. Si interrompe così la striscia positiva del Città di Falconara che non riesce nell’impresa al cospetto della seconda forza del campionato. La stanchezza accumulata tra il colpaccio sfiorato domenica scorsa a Montesilvano e l’impegno svedese con la Nazionale per Luciani, De Angelis e Ferrara, pedine fondamentali nello scacchiere di mister Neri, si è fatta tutta sentire. Contro il Salinis, rosa lunga e top player, nulla da fare. Le pugliesi partono con un asfissiante pressing alto che già al 3’ dà i suoi frutti. Taty conquista palla e innesca in area Maite, fredda e precisa su Nagy in uscita: 0-1. La reazione delle Citizens è immediata ma Tardelli è in giornata.

Prima devia in corner il bel diagonale di capitan Luciani e poi, nell’azione successiva, chiude su Dalla Villa azionata da Ciferni. E dove non arriva l’estremo difensore ospite, ci pensa il palo: quanta sfortuna al 10’ per Ciferni. Sul fronte opposto Nagy è chiamata, in due tempi, sull’incursione di Martin. Nulla può al 14’ sul contropiede di Siclari che la scavalca in pallonetto: palla sul palo, sulla ribattuta ci si avventa Taty per il raddoppio. Passivo che rimane tale fino al riposo grazie proprio al portiere ungherese che sbarra la strada all’ultima sortita di Siclari. Nella ripresa il Falconara riprende a macinare. Tardelli si supera, dopo un minuto, mettendo la manona sulla conclusione di Ciferni. Sul capovolgimento di fronte Dal’Maz divora un gol e subito dopo Nagy chiude su Rozo. Le folate del Falconara non mancano. Attorno al 12’ Tardelli è provvidenziale sulle conclusioni di Nanà, assistita da Luciani, e Dalla Villa. Spietato Salins. Quando viene giù, fa male: al 13’ arriva il 3-0 firmato Siclari che sorprende tutte in area sugli sviluppi di un corner. E che jella, Falconara: palla a centrocampo, via subito al sinistro di Ferrara che si schianta sul palo. La firma di Rozo arrotonda ulteriormente il risultato prima dell’ingresso di Dalla Villa come quinto di movimento. Nell’assalto finale ci provano Ciferni, Nanà e Luciani ma Gaby Tardelli, ancora lei, chiude tutti gli spazi. “Vedo delusione – commenta mister Neri - ma abbiamo fatto belle occasioni anche sul 2-0 e magari se la palla fosse entrata avremmo presa più fiducia. Non dobbiamo fare un dramma perché perdere con il Salinis ci può stare. Dobbiamo pensare subito alla prossima partita con ottimismo: contro la Lazio sarà uno scontro diretto ma le partite che ci aspettano sono tutte importanti e le dobbiamo giocare con la giusta attenzione e grinta”.

Potrebbe interessarti

  • La pausa ideale, dove gustare i migliori 10 caffè di Ancona

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • Estate 2019, tutte le informazioni per la vacanza perfetta a Portonovo

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

I più letti della settimana

  • Un caso di febbre Dengue ad Ancona, è allerta: scatta il piano di prevenzione

  • Terribile schianto in A14, traffico bloccato: un ferito in gravissime condizioni

  • Inferno in A14, colpa del cambio di carreggiata: 27enne in gravissime condizioni

  • Carambola da paura nella notte: 7 i coinvolti, due feriti gravi

  • Sms di addio agli amici, poi esce di casa per buttarsi dal Passetto: salvato dai carabinieri

  • Violento frontale al Vallone, donna gravissima: automobilista ubriaco fugge per campi

Torna su
AnconaToday è in caricamento