Football, i Dolphins Under19 centrano i playoff

Decisiva la vittoria a Reggio Emilia per 28-48 contro gli Hogs, Impossibile per la matematica che Bologna e Sarzana possano raggiungere entrambe gli anconetani, prossima in casa sabato 24 novembre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Quattro su quattro per la under 19 dei GLS Dolphins Ancona che espugnano il difficile campo di Reggio Emilia e accedono ai playoff con due giornate di anticipo. 28-48 il punteggio finale con cui i ragazzi del presidente Leonardo Lombardi hanno sconfitto gli Hogs in quella che sino ad ora è stata la partita più difficile ed equilibrata disputata dai dorici. Pronti via ed è subito touchdown. Mattia Gallina fa un ottimo kickoff return che porta i Dolphins sulle 25 yard avversarie. Da lì il quarterback Raffaele Rotelli lancia e trova Matteo Bussaglia per lo 0-6 che diventa 0-7 dopo il calcio di Cristiano Brancaccio. Gli Hogs rispondono per le rime e con la loro wing t fanno capire che giornata sarà. Doppia corsa con ampio guadagno di Luca Ruozzi prima e Marco Ghini poi. Infine il quarterback Luca Sabbioni fugge ai difensori e realizza il touchdown che, dopo la trasformazione dell’extra point da due porta gli emiliani sull’8-6. I Dolphins non si lasciano intimidire e, partendo dalle proprie 15 yard, azione dopo azione, trovano il touchdown di Andrea Allegretti a cui fa seguito l’implacabile Brancaccio per l’8-14. Dopo un paio di drive annullati da ottime giocate di entrambe le difese si entra nel secondo quarto ed i Dolphins trovano il modo di procurarsi un break. Rahmi El mechri ricopre un fumble che ridà la palla ai dorici. Una doppia corsa della premiata ditta di running back Brancaccio-Allegretti, più un face mask degli Hogs, fan trovare i Dolphins sull’1 & goal da cui Tommaso Bugatti vola in touchdown. Il solito Brancaccio porta lo score sull’8-21. Gli Hogs però sono un osso duro e non si perdono d’animo. Tanto che al successivo possesso il quarterback Luca Sabbioni sfrutta bene le praterie che trova e corre per 70 yard che valgono il touchdown del 14-21. Il botta e risposta però continua con i Dolphins che lanciano corto per Brian Lorenzi che mentre riceve e segna si infortuna alla gamba destra. E con il punteggio di 14-27 si andrà a riposo perché negli ultimi minuti del secondo quarto ci sarà tempo e gloria solo per due intercetti: il primo Dolphins con protagonista ancora di El Mechri. Il secondo Hogs ad opera di Leonardo Borsari. L’inizio del terzo quarto è un’autentica battaglia con le difese protagoniste. Si annulla il primo drive degli Hogs, ma poi la difesa reggiana è abile a far perdere palla ad Allegretti ed a riconquistare l’ovale. Da qui un paio di drive annullati per parte finchè Nicholas Braga non corre per circa 70 yard fermandosi solo una volta giunto nella end zone anconetana.

Questo, sommato alla conversione da due punti di Stefano Barbieri porta il risultato sul 22-27. Visto il peggio i Dolphins ritrovano se stessi e con una corsa di 40 yard di Brancaccio ed una tripla galoppata di Allegretti (l’ultima in touchdown) a cui fa seguito il kick dell’implacabile Brancaccio portano il risultato sul 22-34. Gli Hogs iniziano a gestire un drive lungo, quasi infinito che porta la partita direttamente all’ultimo quarto di gioco. Un avanzamento lento, fatto di poche yard alla volta, come vorrebbe il manuale del football. Ma a sovvertire i piani degli emiliani arriva Andrea Gambelli che ricopre un fumble, ridà la palla ai suoi e permette a Cristiano Brancaccio di correre in touchdown per circa 55 yard. Brancaccio realizza anche la conversione del 28-41. Gli animi si scaldano e vengono fischiati due falli antisportivi, uno a Mattia Panti ed uno alla panchina Hogs. Fatto sta che gli emiliani giungono in touchdown grazie ad una corsa di Luca Ruozzi per il 28-41. Manca poco al termine e per i Dolphins c’è spazio per il primo touchdown su corsa del giovanissimo ricevitore Romano Pazzaglia a cui segue il calcio di Brancaccio che fissa il risultato finale sul 28-48. L’altra partita del girone D ha visto i Red Jackets Sarzana sconfiggere i Warriors Bologna per 38-33. Pronostici degli esperti sovvertiti ma qualificazione comunque raggiunta per i Dolphins, visto che, avendo ancora uno scontro diretto, almeno una tra Warriors e Red Jackets non potrà raggiungere le quattro vittorie nella stagione regolare. Dopo una settimana di pausa la squadra allenata da Coach Polenta tornerà in campo al Mandela il 24 novembre contro i Red Jackets. Il raggiungimento dei playoff non può e non deve essere motivo di appagamento dato che resta da assicurarsi la miglior posizione possibile nella griglia finale.E proprio come il coach, il suo staff e il DS Marco Olivieri avevano previsto durante la pausa della scorsa settimana, il girone di ritorno tutto sarà fuorchè una passeggiata come dimostrano i risultati di questa domenica

Ufficio Stampa Dolphins Ancona

Torna su
AnconaToday è in caricamento