Città di Falconara, vittoria in rimonta dopo un primo tempo da dimenticare

È stata una gara piena di emozioni quella di ieri a Fano contro il Flaminia. Un derby delle Marche che le Citizens hanno saputo vincere dopo un avvio di gara parecchio preoccupante

Dalla Villa festeggia un gol con Nanà

Un derby dai due volti per le ragazze del Città di Falconara. Deconcentrate e assalite dalla grinta della avversarie nel primo tempo. Più in palla e risolute nella ripresa. È stata una gara piena di emozioni quella di ieri a Fano contro il Flaminia. Un derby delle Marche che le Citizens hanno saputo vincere dopo un avvio di gara parecchio preoccupante. Poche occasioni da gol, una per Dalla Villa e una per Ferrara, e Flaminia che fa suo il centrocampo, stoppando le rivali e rendendosi pericoloso in più di un’occasione. Il gol di Berti che sblocca lo 0-0 arriva proprio da un contropiede dopo palla recuperata dalla fanesi sulla mediana. Nel finale le padrone di casa potrebbero anche raddoppiare ma la conclusione insidiosa di Mencaccini si ferma solo sul palo. Nella ripresa le azzurre falconaresi entrano in campo con ben altro piglio. Pascual sugli sviluppi di un corner tira dalla distanza e pareggia subito. Un minuto dopo Dalla Villa, in campo nonostante un lieve risentimento alla caviglia, sigla il 2-1 appostata sul secondo palo. La gara si fa combattuta e non mancano occasioni da una parte e dall’altra. Ad allungare per le falconeresi ci pensa Nanà che va a concludere, con tanto di carambola sul palo, il tiro in diagonale di capitan Luciani. La brasiliana firma poi la doppietta sfruttando al meglio la superiorità numerica dopo l’espulsione, per doppia ammonizione, di Berti nelle fila delle fanesi. A quel punto il Flaminia prova il tutto per tutto con il portiere di movimento. Le emozioni non finiscono. Le falconaresi chiudono bene gli spazi. Ciferni sbaglia un tiro libero (alto) ma non il servizio di Luciani che la manda a rete nella porta sguarnita. Gloria anche per il portiere Nagy che, con il Flamina tutto proteso in attacco, rinvia dalla sua area rendendo il risultato ancora più tondo. “ Nel primo tempo siano entrate in campo senza testa – commenta mister Neri – e questo ci deve essere di insegnamento. Un approccio di questo tipo non va bene. Dobbiamo fare il nostro gioco ed essere consapevoli dei nostri mezzi. Sono soddisfatto della reazione della squadra vista nella ripresa”.

Potrebbe interessarti

  • «Sai come se dice in Ancona?» I proverbi top del capoluogo marchigiano

  • La 5°B si ritrova 40 anni dopo la maturità: gita, ricordi e serate mondane

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

  • Spiagge last minute a prezzi stracciati: basta un click con la startup anconetana

I più letti della settimana

  • Cellulare in bagno per copiare la versione, espulso dall'esame di maturità

  • La vacanza finisce in tragedia: giovane papà muore schiacciato da un quad

  • L'invito a cena è una trappola: sequestrata in casa e stuprata

  • In porto c'è l'Andrea Doria, il caccia della Marina aperto al pubblico per le visite a bordo

  • Chiedevano 70 euro a prestazione, scoperta la casa squillo sulla Flaminia

  • Scontro tra due auto e uno scooter, c’è un ferito e traffico paralizzato

Torna su
AnconaToday è in caricamento