Falconara, c’è solo un capitano: Sofia Luciani resta in azzurro

Vessillo che continuerà a garrire al vento anche nella prossima stagione

Sofia Luciani in azione

Chi lo ha detto che le bandiere non esistono più? A Falconara ce n’è una con i falco sul cuore che sventola ben alta. È quella di Sofia Luciani, capitano delle Citizens. Vessillo che continuerà a garrire al vento anche nella prossima stagione dopo l’accordo tra la società di via dello Stadio e l’universale di Montegranaro, vera e propria trascinatrice delle ragazze di mister Neri nel campionato di Seria A femminile di calcio a 5. All’attivo 127 presenze e 72 reti, entrambi record nella storia della falchette, nei 5 anni trascorsi in azzurro. Indomita, giusto un anno fa, fu la prima a guidare il riscatto dichiarando, dopo la retrocessione, che sarebbe rimasta anche in A2.

Poi il ripescaggio e lo straordinario, storico campionato terminato in gara 3 dei quarti playoff. “Quello appena finito è stato il campionato del riscatto – dice - sicuramente abbiamo fatto un grandissimo girone di ritorno e raggiunto un ottimo risultato. Merito va al faticoso e costante lavoro di noi giocatrici, del mister e di tutta la società. Colgo innanzitutto l'occasione per ringraziare tutte le mie compagne di squadra, rivolgendo inoltre un grande in bocca al lupo per la prossima stagione a chi non farà più parte del nostro gruppo. Per quanto riguarda il prossimo anno, viste le premesse di mercato, con gli arrivi di Isa Pereira e Pato Dal'Maz, c’è da ben sperare. Sono due giocatrici di primissimo livello, segno che la società sta allestendo una squadra che deve puntare a risultati importanti. Cambiano le prospettive. Se fino a questo momento abbiamo giocato senza pressioni, ora ci sono delle aspettative da rispettare quindi il gioco si farà ancora più difficile. A livello personale mi aspetto sicuramente di crescere molto e non mi farò sfuggire l'occasione di imparare dalle grandi giocatrici che arriveranno e colmare le lacune che ho. Insomma, mi aspetto un anno di grande crescita”.

Dopo gli annunci dei sì di Pato Dal’Maz e Isa Pereira c’è grande entusiasmo nell’ambiente. E il fermento continua per un futsalmercato che riserverà ancora sorprese. “Alle nuove arrivate – parla il capitano - posso sicuramente trasmettere quello che è il mood del Città di Falconara: siamo sempre stati una squadra che non molla mai, che rinasce dalle difficoltà e che fa di esse un punto di forza per crescere e ripartire più forti di prima. Abbiamo un pubblico molto caloroso, che ci segue con passione e che cresce sempre di più. In questi anni credo che li abbiamo conquistati proprio con questo atteggiamento di sacrificio ed è quello che secondo me dobbiamo portare avanti, al di là di discorsi tecnici. Il CdF ha anche un bel settore giovanile. Alle più giovani ma anche a chi si affaccia per la prima volta a questo sport che prende sempre più piede, dico che occorre passione, sacrificio e voglia di imparare. Il calcio a 5 è voglia di mettersi in gioco ed è soprattutto divertimento. È condivisione ma non nel senso “social” che si dà oggi al termine. Parli di gruppo, di squadra che lavora insieme per raggiungere un obiettivo comune, un sogno”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovanni, travolto dall'esplosione al distributore: morto a soli 29 anni

  • Esplosione al distributore di benzina, muore operaio anconetano: aveva 29 anni

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Settimo cambio d'insegna per Auchan, anche a Senigallia arriva il Conad Superstore

  • Un aneurisma non gli ha lasciato scampo, è morto il dj Luigi Trinchera

Torna su
AnconaToday è in caricamento