Calcio a 5, il Cus Ancona ferma la capolista. Martin: «Una prova di maturità»

Protagonista assoluto Alessandro Benigni autore di 4 gol, doppietta per Belloni in rete anche Federico Benigni e Pastoriza. 

Quarta giornata nel campionato nazionale di serie b di calcio a 5 all'insegna del Cus Ancona che in casa supera per 8 a 6 l'ex capolista Mattagnanese. Prova di carattere quella offerta dal Cus che dopo aver vinto sul campo della Lastrigiana la scorsa settimana regala ai propri tifosi la prima vittoria interna in campionato. Protagonista assoluto Alessandro Benigni autore di 4 gol, doppietta per Belloni in rete anche Federico Benigni e Pastoriza. 

A fare il punto della situazione Enzo Martin uno dei giovani più interessanti del Cus Ancona che fino allo scorso anno è stato punto di riferimento dell'under 19 ora in pianta stabile alla corte di mister Francesco Battistini che in più di una circostanza lo ha definito una piacevole sorpresa: «Abbiamo disputato una bella partita contro una squadra ben messa in campo, forte fisicamente che in tutti i modi ha cercato di metterci in difficoltà. Dopo un primo tempo piuttosto equilibrato finito 2 a 2 nel secondo tempo abbiamo preso in mano la partita arrivando sul parziale di 6 a 2. Sembrava fatta e invece c'è stato il ritorno dei nostri avversari, abbiamo sofferto ma alla fine siamo riusciti a portare a casa questa vittoria la prima in campionato di fronte al pubblico di casa». E' stato quello nel secondo tempo a suo avviso il momento più critico della partita?: «Sotto certi aspetti direi proprio di si dato che nel secondo tempo siamo partiti alla grande mettendo una seria ipoteca alla gara, eravamo in vantaggio di 4 reti. E' chiaro che la Mattagnanese sul parziale di 6 a 2 ha cercato in tutti i modi di rientrare in partita, noi per qualche minuto ci siamo distratti cosa questa che ha permesso alla formazione ospite di accorciare le distanze. Ci può stare la cosa più importante è stata quella di aver ritrovato nei minuti finali il giusto passo per tenere a bada la Mattagnanese senza soffrire più di tanto. Una prova di maturità e di concentrazione per una squadra come la nostra fatta di tanti giovani che devono far tesoro di queste esperienze compreso il sottoscritto». 

Come giudica il suo inizio di stagione: «Sono soddisfatto del rendimento offerto, la società, il tecnico i compagni di squadra soprattutto quelli più grandi mi infondono tanta fiducia. Siamo un buon gruppo che dopo un inizio di campionato piuttosto negativo fatto di 2 sconfitte ha trovato il modo di rialzare la testa vincendo con la Lastrigiana e la Mattagnanese». Che settimana sarà questa in vista della trasferta sul campo del Cagli: «Vincere fa sempre bene ci mancherebbe altro. L'ambiente è sereno, abbiamo davanti a noi diversi giorni per preparare questa partita contro una squadra piuttosto ostica come è il Cagli. Resta il fatto che il Cus Ancona ha tutte le carte in regola per fare la sua partita anche in campo caldo come è quello di Cagli».  A proposito di tifosi lei in casa ne ha uno davvero speciale che forse ha qualcosa da raccontare in fatto di calcio a 5: «Mio padre Daniel nel 1994  ha vinto con l'Argentina il titolo di campione del mondo. E' il mio primo tifoso ma è anche un grande appassionato di questo sport».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

Torna su
AnconaToday è in caricamento