Troppe assenze, un gol per tempo: nuovo stop per il Città di Falconara

Le Citizens tornano dalla Puglia con zero punti e una classifica che si complica ulteriormente

Al PalaDisfida di Barletta contro il Salinis arriva la quarta caduta consecutiva per il Città di Falconara. Le Citizens tornano dalla Puglia con zero punti e una classifica che si complica ulteriormente. Gara brutta, contratta. Con il pallino del gioco tra i piedi del Salins con il Falconara che chiude bene gli spazi. Antonaci non corre rischi ma al 13' su sugli sviluppi di punizione (proteste del Falconara contro l'arbitro per l'assegnazione), Rozo punisce insaccando sul primo palo. Falconara a testa bassa e anche sfortunata. Dalla Villa da due passi viene ribattuta in modo fortunoso da Tardelli. Ferrara, galvanizzata anche dalla prima chiamata in Nazionale, è la più attiva tra le sue. De Angelis, lanciata da Dalla Villa, a tu per tu con Tardelli si fa stregare dal portiere avversario. Ad avvio ripresa, dopo appena 21 secondi di gioco, arriva il 2-0 sempre ad opera di Rozo. Stavolta da un corner. Ferrara non si da per vinta e continua a impegnare Tardelli. Le Citizens sono anche sfortunate con Ciferni che di tacco sfiora la rete da copertina: solo palo per lei. Con il quinto di movimento si rischia anche il tracollo ma le padrone di casa non riescono a centrare ulteriormente lo specchio della porta e il risultato rimane cristallizzato.

"Le assenze di Nanà, Sevilla e Correia ci hanno limitato le rotazioni in campo - commenta mister Neri - La partita è stata molto equilibrata. Siamo andate al riposo sotto di un gol, scaturito da una punizione frutto di una decisione veramente discutibile da parte dell'arbitro. Nella ripresa mi sarei aspettato un calo dal punto di vista fisico, invece abbiamo ribattuto colpo su colpo e, anzi, abbiamo creato diverse occasioni tra le quali per ben tre volte siamo arrivate a tu per tu col portiere avversario. Nel mezzo, una distrazione su un fallo laterale ci è costata anche il secondo gol. Dopo la brutta prestazione contro il Montesilvano, abbiamo sicuramente ripreso il cammino precedente, fatto di buone prestazioni. Il problema sta nel fatto che a queste buone prestazioni non fanno seguito risultati positivi. Dobbiamo riuscire ad essere più concrete in fase di realizzazione, indipendentemente dalle assenze che spesso ci penalizzano". Ora il calendario prevede una sosta e poi, domenica 16, il ritorno tra le mura amiche del PalaBadiali contro la Lazio dell'ex Aida Xhaxho. Tempo per continuare a lavorare a testa bassa e recuperare energie soprattutto mentali per affrontare le nuove sfide e ridare ossigeno alla classifica.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    «Dormivamo, non c’entriamo niente con la strage in discoteca»

  • Cronaca

    Strage in discoteca, fissati i funerali delle vittime anconetane

  • Cronaca

    Strage in discoteca, Fedez polemico: «Sfera non doveva andare in quel posto»

  • Cronaca

    Bobo Vieri dovrà aspettare, la discoteca chiude: «Verifiche per migliorare la sicurezza»

I più letti della settimana

  • Terrore in discoteca, spray al peperoncino e si scatena il caos: ci sono dei morti

  • Vite schiacciate, ecco le le storie delle vittime

  • In fuga dalla discoteca del terrore, ipotesi cedimento balaustre: 6 morti e 10 feriti gravi

  • La conferma che risolve il dubbio: «Sfera Ebbasta stava arrivando a Corinaldo»

  • Strage in discoteca, i nomi delle vittime: la più piccola aveva solo 14 anni

  • Terrore in discoteca, i sopravvissuti: «Devastazione come in guerra, un orrore che non dimenticherò»

Torna su
AnconaToday è in caricamento