La "Pupilla" Ferrara resta con le Citizens: «Sono totalmente falconarese»

Un anno speciale per Erika Ferrara, talentuoso gioiellino del  Città di Falconara

La stagione appena passata è stata quella della maturità. La prima rete segnata in Serie A, la prima convocazione con la Nazionale. Maturità sportiva ma anche scolastica con l’esame di Stato brillantemente superato a Liceo Sportivo “Livio Cambi” di Falconara Marittima. Un anno speciale per Erika Ferrara, talentuoso gioiellino del  Città di Falconara. La Pupilla, come la chiamano dalle parti di via dello Stadio, resta tra le Citizens. Per superati limiti di età – ne compirà 20 giusto martedì prossimo, 16 luglio – cederà la fascia di capitano dell’Under 19 ma il tempo è dalla sua e la maglia numero 21 potrà continuare a incantare il pubblico del PalaBadiali con il suo mancino.

“È terminata una stagione lunghissima e faticosissima, stancante sotto tutti i punti di vista – racconta Ferrara - Il Città di Falconara ne è stato protagonista. Personalmente parlando, anche con l’esame di Stato da affrontare non è stato facilissimo coniugare gli allenamenti con la mole di studio ma ormai sono talmente falconarese che il mood delle CdF l’ho applicato anche a scuola: non mollare mai e nelle difficoltà risorgere più forte di prima. È andato tutto liscio”. Stagione storica. Per Falconara ma anche per lei. Con i primi 4 gol messi a segno in Seria A e una sempre maggior consapevolezza nei propri mezzi. “Grazie a un girone di ritorno spettacolare abbiamo raggiunto un traguardo storico – aggiunge - Merito delle ragazze, del mister e di tutto lo staff. Se dovessi fare un riepilogo di questa stagione non finirei più. Troppe le emozioni che si sono susseguite e non dimenticherò mai il boato del Palabadiali al nostro primo gol in gara 2 contro la Kick Off: assordante”. Ferrara ha raggiunto quest’anno la top10 delle giocatrici con più presenze in Serie A con la maglia delle Citizens. “Il prossimo – conclude – sarà un altro campionato di gran livello. Anche noi ci stiamo rinforzando. Abbiamo acquistato due grandi giocatrici come Pato e Isa, che sicuramente hanno scaldato il clima falconarese già caldo in questi giorni. Chiaramente le aspettative saranno maggiori ma ci faremo trovare pronte, come sempre. Personalmente penso a un anno di ulteriore crescita e cercherò di apprendere il più possibile dalle grandi giocatrici che arriveranno. Sarà un anno di grandi soddisfazioni per chi ha messo, mette e metterà sempre il cuore per questa società.  Colgo l’occasione per fare un grande in bocca al lupo a le ragazze che erano con noi quest’anno che hanno scritto la storia di questa squadra. Sono certa che continueranno a far bene anche da altre parti”.

Potrebbe interessarti

  • L’extra lusso fa tappa ad Ancona, in porto c'è il "Pelorus": è l'ex yacht di Abramovich

  • "Viagra naturale" e fonte di vitamine, ma il peperoncino può anche far male

  • Quando il freddo rovina il gusto: i cibi da tenere fuori dalla portata...del frigo

  • Via la puzza dai bidoni della spazzatura, prova con l'aceto: tutti i rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Perde il controllo dello scooter, poi lo scontro con l'auto: è morto

  • L’extra lusso fa tappa ad Ancona, in porto c'è il "Pelorus": è l'ex yacht di Abramovich

  • Cade dal tetto della sua azienda, Claudio ha lottato ma non ce l'ha fatta

  • Panico in città, crolla un solaio: soccorsi al lavoro per cercare persone sotto le macerie

  • Incrocio maledetto, il furgoncino la centra mentre passeggia: ragazza in ospedale

  • Risse tra bande e rapine, il locale deve chiudere: stavolta è uno chalet balneare

Torna su
AnconaToday è in caricamento